“C devi pensare”: al via lo screening gratuito per la prevenzione dell’epatite C

05 Luglio 2022

“C devi pensare”. Si intitola così la campagna avviata dalla Regione Emilia Romagna per identificare le infezioni precoci causate dal virus dell’epatite C, un’infezione estremamente pericolosa che può portare allo sviluppo di malattie epatiche croniche a rischio di evoluzione in forme gravi e progressive, dalla cirrosi al cancro al fegato. Dal momento che la maggior parte delle persone colpite da questa infezione non presentano alcun sintomo o sintomi generali come stanchezza cronica e depressione, lo screening è l’unico modo per individuarla.

L’Ausl di Piacenza mette a disposizione il test gratuito che si esegue con un semplice prelievo del sangue senza necessità della ricetta medica. Da oggi, 5 luglio, sono diffusi inviti alla popolazione target via sms e comunicazioni sul Fascicolo sanitario elettronico.

La campagna è rivolta a tutti i cittadini residenti o domiciliati in provincia di Piacenza nati dal 1969 al 1989. Gli esami si possono prenotare attraverso gli sportelli Cup aziendali del territorio o chiamando il numero di prenotazione gratuito 800.651.941

Si può effettuare iI test al:

– Laboratorio analisi di Bobbio, via Garibaldi 3, dal lunedì al venerdì dalle 7.30 – 9 (solo su prenotazione in tutte le farmacie della provincia)
– Laboratorio analisi di Castel San Giovanni, viale 2 Giugno, dal lunedì al sabato su prenotazione dalle 7.30 alle 8.30 oppure con accesso diretto dalle 8.30 alle 10.30
– Laboratorio analisi di Fiorenzuola, via Roma (ex Macello), dal lunedì al sabato su prenotazione dalle 7.30 alle 8.30 oppure con accesso diretto dalle 8.30 alle 10.30

– Laboratorio analisi di Piacenza, via Taverna 49, dal lunedì al sabato su prenotazione dalle 7.30 alle 8.30 oppure con accesso diretto dalle 8.30 alle 10.30

Insieme al test di verifica dell’epatite C è possibile eseguire anche altri esami del sangue già programmati senza ulteriori prelievi.
La refertazione del test di screening ha uno specifico iter: la comunicazione sarà inviata al fascicolo sanitario elettronico; può essere richiesta anche altra modalità, scrivendo all’indirizzo mail dedicato [email protected]

Per ulteriori informazioni e approfondimenti è possibile consultare la pagina dedicata sul sito www.ausl.pc.it/screening/epatitec.asp

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà