Siccità: la rabdomante Oriana Valgiusti chiamata a cercare l’acqua a Piancasale

07 Luglio 2022

Un chiodo legato a uno spago, alcune catenelle, ma soprattutto la giusta sensibilità. Il suo numero non si trova sulle Pagine Gialle. Eppure la chiamano nei campi da trent’anni se c’è bisogno, e in questa lunga siccità ancora di più, perché trovare un rabdomante oggi è come cercare un ago in un pagliaio. E “il dono” – dicono – non si trasmette: o ce l’hai, oppure no. Oriana Valgiusti cerca l’acqua con le mani, non quella che si vede, ma quella che la terra tiene nascosta a metri e metri di profondità. Gino Guerci, agricoltore, le ha chiesto se accanto al pozzo costruito seguendo la sua logica ci sia una fonte d’acqua. L’aspetta nei campi di Piancasale, poco prima di Bobbio.

L’INTERVISTA COMPLETA SUL QUOTIDIANO ON LINE

© Copyright 2022 Editoriale Libertà