“Alla Besurica il sogno di una piazza”. Ceccarelli nominato consigliere alle frazioni

01 Settembre 2022

“Rendere la piazza della Besurica davvero tale, un luogo di aggregazione vivibile e bello”. E non – come oggi – solo un parcheggio in asfalto al centro del quartiere, tra via Perfetti e via Martini. L’idea è emersa in una recente riunione del gruppo di vicinato della Besurica, per essere poi consegnata all’assessore ai lavori pubblici Matteo Bongiorni durante un sopralluogo tecnico.

Ecco le altre necessità: costruire un’area sgambamento per cani, aumentare l’illuminazione sulla rotonda tra la tangenziale e via Turati, realizzare un dosso di rallentamento nei pressi dell’edicola, sistemare i marciapiedi, fornire strumenti adeguati per permettere ai volontari di innaffiare le piante, migliorare la manutenzione del verde e, soprattutto, rendere accessibile l’ingresso del parco Montecucco alle persone in carrozzina (il vialetto in gaia risulta impraticabile).

CECCARELLI DELEGATO ALLE FRAZIONI – Presente nel sopralluogo alla Besurica l’esponente di “Piacenza Oltre” Gianluca Ceccarelli, fresco di nomina a consigliere comunale con delega a frazioni e parchi. Una decisione, quella del sindaco Katia Tarasconi, che contribuisce anche a riequilibrare i “bilancini” del centrosinistra dopo un’iniziale esclusione della lista civica dalla giunta.

TOUR NELLE FRAZIONI – Dopo le precedenti tappe nelle frazioni, nei giorni scorsi Bongiorni si è recato anche in altre zone periferiche della città. “A Montale – spiega l’assessore – i tecnici comunali sono già intervenuti su due piccole segnalazioni, cioè un rubinetto rotto e i lampioni danneggiati nel giardino pubblico di don Vittorione”. Mentre la polizia municipale ha convocato un gruppo di giovani che disturberebbe la quiete pubblica in orario serale.

“A San Lazzaro – riferisce poi Bongiorni – l’amministrazione ha rassicurato i residenti in merito al cantiere di teleriscaldamento in via Emilia Parmense: i lavori finiranno l’11 settembre, prima dell’inizio dell’anno scolastico, evitando dunque un ingorgo viabilistico”. All’Infrangibile, invece, il comitato di vicinato ha evidenziato la carenza di posti auto vicino alla scuola e alle palestre, oltre alle pessime condizioni dei marciapiedi. A Mucinasso la priorità resta la pista ciclabile.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà