L’allarme di Confapi sul caro energia: “Produzione a rischio, Governo intervenga”

09 Settembre 2022

 

Produzione a rischio e, a cascata, aumento dei prezzi al consumo e ricaduta negativa sulle famiglie e sull’occupazione. Sono le nuvole nere che vede all’orizzonte Confapi Industria Piacenza con il suo presidente Giacomo Ponginibbi se il Governo non interverrà al più presto. Sono le conseguenze della crisi energetica che oggi sta colpendo, prime fra tutte, le imprese. “Riscontriamo aumenti delle bollette dell’energia elettrica anche di sette-otto volte rispetto all’anno scorso, soprattutto nelle realtà più energivore del settore manifatturiero” – osserva Ponginibbi.

Ponginibbi interviene mentre annuncia la nuova sede di Confapi Industria Piacenza: 600 metri quadrati su due piani del parallelepipedo di vetro che sorge all’inizio di via Emilia Parmense dove una volta c’era il quartiere fieristico. Verrà inaugurata alla fine di questo mese e rappresenterà il coronamento di un cammino per il quale il presidente ringrazia in particolare il “past” Cristian Camisa e il direttore Andrea Paparo.

I DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI FEDERICO FRIGHI SU LIBERTA’ 

 

 

© Copyright 2023 Editoriale Libertà