Quando manca un gesto materno: “Accarezzami” vince il Premio Valtidoncello

13 Settembre 2022

“Accarezzami”, di Anna Francani di Cortemaggiore, è stata premiata quale migliore poesia del Premio Valtidoncello, che da 34 anni a questa parte viene ospitato a Pecorara. È un componimento che parla di quanto la mancanza di una carezza materna provochi un vuoto bruciante, che chiede in maniera insistente di essere colmato. Quest’anno alle due tradizionali sezioni del concorso, adulti e ragazzi, se n’è aggiunta una terza intitolata alla memoria di Gianluigi Pizzi. Quest’ultimo premio è stato assegnato, dal presidente della giuria Umberto Fava alla poesia. “Potrebbe anche essere di maggio” di Angelo Taioli. La giuria ha assegnato a Azzurra Bersani con “I nonni”, Federico Ceresini con “Le colline” e Sofia Colla con “Lungo il mio tunnel”, il premio pari merito per la categoria giovani intitolata ad Andrea Di Muzio. “Per me – ha detto Francani – che da anni scrivo per passione, è un’enorme soddisfazione. La poesia racconta di un desiderio di carezze mai esaudito”. L’evento, introdotto dal sindaco Franco Albertini, che ne ha ricordato storia e motivazioni e dalla presidente della Pro loco Cristina Mussetti, è stato organizzato dalla Pro loco e dal Comune di Alta Val Tidone con il supporto di Banca di Piacenza.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà