Vigolzone, oltre 200 studenti
a scuola di legalità nel ricordo di Luca Di Pietra

21 Ottobre 2022

Fotoservizio di Nadia Plucani

I giovani studenti di Vigolzone hanno partecipato ieri a un’iniziativa di educazione alla legalità fortemente voluto dalla Polizia locale di Valnure Valchero, dall’amministrazione comunale di Vigolzone e dall’Unione Valnure Valchero per tenere vivo il ricordo del vicebrigadiere dei carabinieri Luca Di Pietra, una persona speciale che è rimasta fedele fino alla fine agli ideali di giustizia e legalità.
Il giovane militare era morto caduto tragicamente in servizio otto anni fa nell’adempimento del suo dovere. Un carabiniere che, tolta la divisa, era un papà che, come ricorda il sindaco Gianluca Argellati, portava i bambini della via a giocare nei giardini di via Montanelli, tenendoli così lontano dai pericoli della strada e insegnando loro a stare insieme nel rispetto delle regole.
Proprio in quel giardino, che da otto anni porta il suo nome, si è tenuta la manifestazione in cui i 245 studenti vigolzonesi si sono cimentati in percorsi di educazione stradale predisposti dalla Polizia Locale e per lo sviluppo delle capacità motorie da parte della Scuola Ciclismo Piacenza.
Inoltre, hanno potuto apprendere le prime indicazioni di soccorso sanitario con i volontari della Pubblica Assistenza Valnure e di rischi domestici con la Protezione Civile del gruppo Vega.
“Una giornata che rientra nelle attività che la nostra scuola svolge nell’ambito dell’educazione alla legalità – dice il dirigente scolastico, Carla Busconi – questo luogo ha un significato particolare perché ricorda un papà. Con i genitori del territorio abbiamo stabilito una comunità educante e questo ricordo fortifica il lavoro che noi svolgiamo”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà