“Serve un fondo collettivo anti-crisi”: l’appello delle associazioni dei consumatori

03 Novembre 2022

Contrastare la sospensione delle utenze dovuta a morosità incolpevole. Intervenire sulle tariffe delle fonti rinnovabili, ad esempio il teleriscaldamento. E rafforzare i compiti di sorveglianza delle autorità competenti, cioè la prefettura, la Provincia e il Comune, con l’istituzione di un osservatorio dei prezzi autorizzato dall’Istat per fermare i fenomeni speculativi. Dopo l’appello di ieri delle categorie economiche, arrivano alcune richieste avanzate dai rappresentanti piacentini di Adiconsum, Confconsumatori, Federconsumatori e Lega Consumatori in una lettera inviata al prefetto Daniela Lupo, alla presidente della Provincia Monica Patelli e al primo cittadino Katia Tarasconi, con l’auspicio di fissare un incontro “volto a offrire un contributo di idee e proposte per affrontare una crisi economica che ha assunto dimensioni di estrema gravità”.

Il fronte dei consumatori, inoltre, chiede di “istituire un fondo collettivo con le istituzioni territoriali e concordare le rateizzazioni personalizzate sostenute da una garanzia pubblica a favore delle persone in difficoltà” ma anche di “promuovere lo sviluppo delle comunità energetiche”.

L’APPELLO INTEGRALE DELLE ASSOCIAZIONI

© Copyright 2023 Editoriale Libertà