Il San Giovanni di Angelo Capitelli è il miglior prosciutto cotto d’Italia

15 Novembre 2022

Il prosciutto cotto San Giovanni di Angelo Capitelli si conferma il miglior cotto dello stivale secondo la Guida salumi d’Italia. L’importante riconoscimento è stato assegnato nella mattinata di lunedì 14 novembre, al Teatro Verdi di Busseto, in provincia di Parma dove lo storico curatore di “Guida salumi d’Italia”, Sabatino Sorrentino, ha voluto collegare il mondo della norcineria a quello dell’arte.

Guida salumi d’Italia 2023 è un progetto pionieristico capace di catalogare e raccontare un comparto alimentare unico al mondo per varietà, qualità e tipicità. Su 162 produttori valutati, 46 sono le eccellenze premiate con i cinque spilli, a cui si aggiungono 20 premi speciali che esaltano trasversalmente differenti protagonisti del settore.

Se nelle scorse guide, il prosciutto cotto San Giovanni è sempre stato riconosciuto con il massimo punteggio di 5 spilli, un risultato ottenuto anche da altri produttori di prosciutto cotto, quest’anno “Guida Salumi d’Italia” lo ha voluto premiare ulteriormente come “Migliore Prosciutto Cotto d’Italia 2023” ed inserirlo nella categoria “Premi speciali”.

“Il premio è di tutte le persone che gravitano intorno alla nostra azienda, nessuno escluso – il commento di Angelo Capitelli -. Questo risultato incredibile è nostro, un grande sogno che continua a vivere. Perché riconfermare e restare sul gradino più alto è molto più difficile che arrivarci”.

Il prosciutto cotto San Giovanni si conferma quindi, ancora una volta ai vertici della salumeria italiana di qualità, un ulteriore grande soddisfazione che si aggiunge al bollino di “Top Italian Food 2022” ricevuto da Gambero rosso lo scorso dicembre e il riconoscimento “TOP 11” consegnato sempre dalla “Guida Salumi d’Italia”, ovvero un’accurata selezione che ha portato alla luce solo le undici eccellenze della salumeria italiana che hanno ottenuto il massimo risultato sin dalla prima edizione.

Dal salato al dolce, perché la nostra provincia può vantare un altro bel traguardo: il pandoro senza lattosio realizzato nel “Piccolo Forno” – attività operativa a Pontenure -di proprietà di Altin Moriseni è rientrato tra i trenta migliori pandori selezionati dalla classifica nazionale di “Mastro Pandoro”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà