Montella, difensori chiedono assoluzione per accuse di tortura ed estorsione

16 Novembre 2022

Chiesta oggi l’assoluzione per alcuni capi d’imputazione e la riqualificazione per altre accuse. Queste in sintesi le istanze delle difese degli ex carabinieri della stazione Levante: Giuseppe Montella e Salvatore Cappellano.

La Corte d’appello di Bologna ha vagliato le posizioni degli ultimi due dei cinque imputati per i fatti della caserma di via Caccialupo: Giuseppe Montella e Salvatore Cappellano. Il primo difeso dagli avvocati Emanuele Solari e Giuseppe Dametti, il secondo difeso dall’avvocato Paolo Fiori.

La difesa dell’ex appuntato Giuseppe Montella ha vagliato tutti i capi d’imputazione; le arringhe dei due difensori si sono è concentrate particolarmente sulle accuse di tortura che sarebbe stata inflitta ad un fermato ed estorsione per una vicenda legata alla riparazione di un’automobile da parte di una concessionaria. “Accuse che con forza abbiamo sempre negato” ha detto pomeriggio l’avvocato Solari. L’avvocato Fiori nel corso della sua arringa ha chiesto per il suo cliente l’assoluzione per diversi capi d’imputazione e la riqualificarne per altri.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà