Boom di influenza tra i bambini. Ausl: “Poche adesioni alla vaccinazione”

24 Novembre 2022

Boom di influenza tra i più piccoli. “Nelle ultime due settimane abbiamo notato un aumento significativo dei casi influenzali soprattutto nella popolazione pediatrica, principalmente nella fascia che va dagli zero ai quattro anni” spiega Alessandra Rampini, direttore Sanità e igiene pubblica dell’Ausl di Piacenza. “Molti bambini a letto ammalati e, come sempre, la sindrome similinfluenzale è partita dai più piccoli arrivando a genitori e nonni”.

Rampini sottolinea che la “vaccinazione antinfluenzale è fortemente raccomandata non solo per i bambini con patologie, ma per tutti quelli compresi dagli zero ai sei anni – le sue parole -, purtroppo per questa fascia d’età sono poche le adesioni alla campagna vaccinale”. Al contrario, nella popolazione più abituata a farsi somministrare le vaccinazioni antinfluenzali dove confluiscono anziani e fragili l’andamento è positivo: “Questo è importante nella prevenzione delle forme più gravi” precisa Rampini.

“Quest’anno ci aspettiamo una cocircolazione di virus – afferma il direttore di Igiene pubblica -. Ci aspettiamo che alcune persone possano prendere sia l’influenza che il Covid, oppure l’influenza e il virus respiratorio sinciziale o la cocircolazione di più ceppi d’influenza”. In quest’ultimo caso Rampini ricorda che “tutti i ceppi in circolazione sono contenuti nel vaccino che è quadrivalente e ci protegge ottimamente”. Rampini raccomanda infine di aderire alla campagna di vaccinazione: “Fondamentale per evitare complicanze e per contrastare il sovraffollamento dell’ospedale”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà