Il 3 dicembre si accendono le luminarie, una settimana più tardi per risparmiare

25 Novembre 2022

 

Inizia il conto alla rovescia verso il luccichio delle luminarie natalizie in centro storico. “L’appuntamento inaugurale, a cui tutti i cittadini sono invitati – anticipa l’assessore al Commercio Simone Fornasari – sarà sabato 3 dicembre, alle 17, per accendere insieme l’albero di luci in piazza Mercanti e, contestualmente, gli altri addobbi di cui in questi giorni si sta portando avanti l’installazione”.

L’impegno nel restituire il calore e l’atmosfera del periodo festivo, valorizzando le attrattive culturali, artistiche e l’attività di negozi, bar e ristoranti, si intreccia però con l’obiettivo di contenere i consumi energetici. “Per questo l’accensione avverrà con una settimana di ritardo rispetto al 27 novembre segnato l’anno scorso come data d’avvio e stiamo definendo, d’intesa con il gestore del servizio – spiega Fornasari – un calendario settimanale da rispettare con le impostazioni del contatore, in modo che si possono variare gli orari di funzionamento delle luminarie in base alle eventuali serate tematiche o manifestazioni in programma, prevedendo in linea generale l’accensione dalle 17 alle 24, per l’intera durata del contratto che si conclude il 10 gennaio 2023. Nelle giornate del 24 e 25 dicembre, ad esempio, lo spegnimento di addobbi e albero sarà posticipato alle 2 del mattino successivo, mentre la notte di Capodanno le luci resteranno accese fino alle quattro”.

Gli orari stabiliti evidenziano una riduzione rispetto al 2021, quando il funzionamento delle luminarie, come prefissato dall’amministrazione nell’affidamento del servizio, doveva essere garantito dalle 16.30 alle una di notte per l’intero periodo, prevedendo l’accensione ininterrotta nell’arco delle 24 ore nelle date del 24 e 25 dicembre, 1, 2 e 6 gennaio. “Lo abbiamo detto sin dall’inizio: crediamo sia fondamentale sostenere il lavoro di tutti gli esercenti e vestire a festa la città per chi la vive quotidianamente, a cominciare da bambini e famiglie, così come per i turisti che nelle festività devono poter apprezzare Piacenza in tutta la sua bellezza. Al tempo stesso – rimarca l’assessore Fornasari – non possiamo nascondere che questo rappresenta uno sforzo economico considerevole, che ci richiede responsabilità nell’uso delle risorse e maggiore attenzione, nella quotidianità, a ogni possibile forma di risparmio. La prossima settimana presenteremo anche le tante iniziative che stiamo costruendo con il territorio, perché sia un Natale che scaldi davvero il cuore della nostra comunità”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà