Travestiti da addetti, rubano nelle macchinette di ospedali e tribunale: arrestati

28 Novembre 2022

Hanno rubato il denaro contenuto in 67 distributori automatici di bevande e alimenti anche nel Piacentino, per un totale di circa cinquemila euro. Così due uomini di 48 e 44 anni sono stati messi agli arresti domiciliari da parte dei carabinieri di Borgonovo, con un’ordinanza di misura cautelare emessa dal Gip per furto aggravato, ricettazione in concorso e appropriazione indebita.

Tra la fine di agosto e l’inizio di settembre, i due responsabili hanno preso di mira le macchinette collocata in tribunale, ospedale e aziende private in provincia di Piacenza e Pavia, utilizzando un’auto rubata poche settimane prima: una una volta appropriatisi dell’abbigliamento con il logo della ditta di distribuzione (magliette, polo, pantaloni e felpa), di un mazzo di chiavi per l’apertura delle macchinette automatiche e di un tesserino cartaceo, i due uomini hanno simulato di essere due operatori della società per accedere indisturbati ai locali e appropriarsi del denaro.

Di tutti gli accertamenti e delle indagini si sono occupati i carabinieri di Borgonovo, dopo aver ricevuto la segnalazione del responsabile della ditta che aveva rilevato in quel periodo significativi ammanchi di denaro derivanti dalla riscossione degli incassi dei distributori automatici. Dagli elementi investigativi acquisiti, come l’analisi di alcuni fotogrammi e filmati, i militari hanno identificato gli autori del reato. L’ordinanza è stata eseguita per uno dei due soggetti nel carcere delle “Novate”, perché nel frattempo era detenuto per altra causa, mentre il complice è stato rintracciato e fermato dai carabinieri ed è stato accompagnato nella propria abitazione agli arresti domiciliari.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà