Francia in finale, tifosi marocchini delusi ma “è stato un mese fantastico”

15 Dicembre 2022


Si conclude proprio sul più bello – dopo essere andata oltre ogni più rosea aspettativa – l’avventura della nazionale di calcio del Marocco ai Mondiali in Qatar. 

Fatale la semifinale persa 2-0 con la Francia, che toglie il sogno del successo finale a tantissimi marocchini, ma non l’orgoglio per il percorso compiuto. Emozioni forti ribadite anche nella serata del bar della moschea islamica di Piacenza, dove circa 30 persone si sono riunite per tifare la Nazionale del Ct Regraoui, guidate dal presidente dell’associazione generazione italo-marocchina Mustapha Mansar.
Fra un tipico thé caldo e l’altro, ragazzi e adulti di etnie e nazionalità diverse si sono uniti nel supporto all’unica nazionale araba o africana rimasta in corsa.
Purtroppo per loro non è arrivata la vittoria, come sperava anche il sindaco Katia Tarasconi (che lo aveva confessato a Mansar poche ore prima): “Siamo contenti lo stesso – ha spiegato il presidente dell’associazione italo-marocchina – sarebbe stato bello arrivare fino in fondo, ma è stato un mese fantastico per tutti noi”.
Con la doppia soddisfazione di aver avuto pieno rispetto della città e dell’ambiente durante i precedenti successi: “Anche il console italiano a Bologna ci aveva ricordato di mantenere un senso civico esemplare. Noi lo abbiamo sempre fatto anche durante i festeggiamenti per le vittorie agli ottavi e ai quarti e credo che i problemi a Piacenza siano stati davvero pochissimi”.
L’ultimo ritrovo della comunità marocchina di Piacenza è ora fissato per il pomeriggio di sabato in zona Lupa quando, a prescindere del risultato della sfida per il bronzo della loro nazionale contro la Croazia, i sostenitori dei Leoni dell’Atlante potranno ricordare un mese per loro unico.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà