Ricci, caprioli e rondoni. Mille interventi del Wildlife Rescue Center nel 2022

11 Gennaio 2023

L’inizio dell’anno nuovo è tempo di progetti e propositi, ma anche di bilanci sul recente passato. In località Trebbiola, nel comune di Rivergaro, ci sono 25 volontari che ogni giorno donano impegno e passione all’assistenza degli animali selvatici che vivono il nostro territorio. Nel 2022, gli operatori guidati dalla biologa Fabiana Ferrari e dal veterinario Riccardo Rossi hanno effettuato 1.000 interventi, un numero in linea con quegli degli ultimi anni. “Circa mille animali recuperati e oltre 20.000 chilometri percorsi” precisa Ferrari, responsabile del Piacenza Wildlife rescue center.

A vincere la classifica degli animali assistiti, tra i mammiferi sono i ricci, seguiti da pipistrelli e caprioli; per quanto riguarda l’avifauna invece, sono sempre i rondoni a farla da padrone: da aprile, ne sono stati recuperati 180. Oltre ai numeri, il 2022 dei volontari del Wildlife rescue center sarà ricordato in particolare per la collaborazione instaurata con i carabinieri forestali in occasione del recupero di Timmy, il gattopardo trovato a spasso tra le colline della Val Vezzeno.

Lo scorso anno è stato segnato anche dalla grave emergenza siccità che ha inevitabilmente influito sullo stato di salute degli animali. “Abbiamo accolto soprattutto animali giovani in particolare i piccoli degli uccelli fortemente debilitati dalle alte temperature e dalla carenza di acqua”. Attualmente sono 25 gli operatori volontari in servizio all’interno del centro di raccolta che riescono a garantire un servizio h24 su tutto il territorio provinciale. Fondamentale per la sopravvivenza del centro di recupero le donazioni, in particolare attraverso il 5Xmille come ricorda Ferrari: “Sono preziose per noi e per le attività che portiamo avanti”. Nel mese di febbraio verrà organizzato anche un corso di formazione per futuri nuovi volontari.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà