Rivergaro-Cernusca, via alla Conferenza dei servizi: 200 giorni per dire sì o no

12 Maggio 2023

È iniziata in seduta telematica, la Conferenza dei servizi sul progetto definitivo di variante di Statale 45 tra Rivergaro e Cernusca. Avviare la Conferenza dei servizi significa portare il progetto, che balla sui tavoli almeno da vent’anni, a un livello piuttosto avanzato nella procedura burocratica: tutti gli enti coinvolti infatti lo mettono sotto la lente d’ingrandimento ed esprimono il proprio parere entro 210 giorni. In caso di via libera, il progetto diventa esecutivo e si procede all’affidamento dell’opera. I Comuni di Rivergaro e Travo si sono così trovati a confrontarsi per la prima volta direttamente con i Ministeri.

Il progetto definitivo, che ha avuto il via libera della Soprintendenza nei giorni scorsi, prevede in cinque fasi una durata di cantiere di 1.510 giorni. Sarà aperta una nuova cava. Nelle fasi più intense di lavorazione, si stimano 134 viaggi al giorno di mezzi d’opera. Secondo quanto stimato dai progettisti l’incidentalità sarà ridotta dell’80 per cento. La strada al momento conta in quel tratto accessi non a norma per il 90 per cento, nei centri abitati. Ed è quasi completamente su frana. Gli espropriati erano stati stimati a fine marzo in circa 300, in 180 proprietà. Ora il numero è stato ridimensionato. Restano comunque forti preoccupazioni soprattutto a Mulinazzo e Cisiano. Tempo fino al 17 luglio per presentare osservazioni.

 

© Copyright 2023 Editoriale Libertà