Cristiano Mozzati, il batterista dei Lacuna Coil che ha scelto di vivere a San Michele

05 Agosto 2013

Ha viaggiato in tutto il mondo con la sua rock band ma il cuore è sempre rimasto tra i monti di San Michele di Morfasso. Il batterista dei Lacuna Coil Cristiano Mozzati, sulla soglia dei 40 anni, ha scelto di vivere stabilmente nel paese originario della madre, quel luogo tranquillo dove trascorreva le estati da bambino e in cui è sempre tornato per rifugiarsi dal caos milanese e dalle fatiche delle tournée mondiali. Cresta, barba a punta, orecchini e tatuaggi è il look di rito della rock star che, accanto alla moglie Laura, stringe orgogliosamente tra le braccia la piccola Marianna di 10 mesi. “La città mi ha proprio stancato, in quella confusione si perde il contatto con la natura e con l’essenziale – racconta il musicista che ricorda i suoi esordi tra le mura domestiche – quando ero piccolo suonavo le pentole di mia nonna con i cucchiai, è così che è nata la passione per la batteria, poi ho iniziato a suonare in vari gruppi fino all’incontro con i Lacuna Coil avvenuto nel 1998”. Da allora Cristiano Mozzati è il batterista della formazione rock-metal milanese nota in tutto il mondo, in particolare negli Stati Uniti. Rientrato da poco dal concerto in Vietnam, il musicista si sta preparando per la data del 27 agosto quando i Lacuna Coil apriranno l’esibizione dei System of a down all’Arena Fiera di Milano. Nel frattempo, oltre a godersi il relax e la famiglia, si dedica anche alla web-agency di cui è socio. A un giovane che sogna di fare il batterista cosa consiglia? “Consiglio di tenere presente che i guadagni non sono più quelli di un tempo ma se si ha una grande passione bisogna seguirla”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà