Mercoledì gran finale

Paolo Rossi e la sua Maga Circe fanno il pieno di applausi a Veleia Romana

14 luglio 2019

20190714-230850.jpg

Paolo Rossi e la sua Maga Circe. L’attore ha portato in scena il canto decimo dell’Odissea nel terzo appuntamento del Festival di Teatro Antico a Veleia Romana, domenica 14 luglio. Una pioggia leggera non ha scoraggiato il pubblico, folto e molto partecipe, che si è fatto accompagnare nelle trame del mito dal “ragazzo terribile” del teatro italiano.

Rossi offre una lettura che permette allo spettatore di intuire diversi spunti legati all’attualità; il “racconto mediterraneo” dell’interprete ci porta al cospetto di Ulisse appena giunto sull’isola della bellissima Circe, la maga che trasforma gli uomini in porci. L’attore non ha dubbi e lo ribadisce a margine della sua applaudita performance: “Omero è in assoluto il primo cantastorie”. La performance si è chiusa con un’inedita “Jannacceide”, personalissimo omaggio al cantautore milanese Enzo Jannacci, di cui Paolo fu grande amico.

Il prossimo ed ultimo spettacolo in cartellone sarà mercoledì 17 luglio alle 21.30 quando sulla ribalta dell’area archeologica arriverà Uto Ughi, accompagnato dall’Orchestra I Filarmonici di Roma, con le Quattro Stagioni di A. Vivaldi.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cultura e Spettacoli Provincia

NOTIZIE CORRELATE