Borgo dei borghi

La Rai chiude la diatriba Bobbio-Palazzolo Acreide: “Ininfluente il voto di Daverio”

10 novembre 2019

Dopo la pace scoppiata in diretta tv tra il sindaco di Bobbio Roberto Pasquali e quello di Palazzolo Acreide Salvatore Gallo, ieri è arrivata anche la parola fine all’intera vicenda legata alla vittoria della cittadina trebbiense nel concorso televisivo “Borgo dei borghi 2019”. Le polemiche legate ad un voto discusso come quello del presidente di giuria Philippe Daverio sono state chiuse da una nota emessa direttamente dalla Rai: “Nel corso della serata finale dell’ultima edizione, trasmessa in diretta e basata sul televoto e sul voto della giuria di esperti, i due distinti risultati – come previsto dal regolamento – hanno avuto pari peso nella determinazione dell’esito finale (50% televoto e 50% voto della giuria di esperti). Le votazioni si sono svolte con assoluta regolarità e trasparenza sotto il controllo di un notaio. Il borgo di Bobbio è stato votato da tutti e tre i giudici come prima scelta per la vittoria finale. Sarebbero stati sufficienti però anche i voti di due giudici (l’ex fiorettista Margherita Granbassi e il geologo Mario Tozzi, ndr) soltanto per determinare il medesimo risultato. In altre parole, anche senza il voto del presidente della giuria Philippe Daverio, la classifica sarebbe stata uguale a quella poi risultata definitiva”.
Questo il testo della nota emessa dalla tv di Stato che dunque chiude una vicenda che si trascina ormai da settimane.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cultura e Spettacoli Provincia

NOTIZIE CORRELATE