Il piacentino Raffaele Capperi conquista i giudici a “Tú sí que vales”

03 Novembre 2020

Il 26enne Raffaele Capperi, residente a Monticelli d’Ongina, ha conquistato i giudici e il pubblico del programma “Tú sí que vales” con cinque semplici schermi led, illuminati dalle parole che riassumono la sua storia di coraggio, disprezzo, comprensione, paura e gentilezza.

“Sono nato con la sindrome di Treacher Collins, una malattia che provoca malformazione al viso, problemi di respirazione e udito ma non mina l’attività cerebrale – spiega il giovane ai giudici -. Forse molte persone conoscono questa malattia per il film Wonder, il cui protagonista subisce feroci attacchi di bullismo a causa del suo aspetto”.

“Sono stato preso in giro da coetanei e adulti. Mi hanno chiamato mostro e alieno, ridendo alle mie spalle. Ho pianto in silenzio per non pesare sui miei genitori”.

 Dopo tanti anni passati a nascondersi, il coraggio di esporsi nella propria unicità: “Sul web ho ricevuto gli attacchi più terribili. Oggi sono qui perché vorrei riuscire a dire basta al bullismo, nessuno dovrebbe accanirsi contro chi ha il coraggio di mostrare la propria diversità. Siate gentili”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà