Voci di provincia. “La Piacenza che ballava all’Americano con Mina”

29 Dicembre 2021

Prima ci fu la generazione dei lenti al bar Americano dove suonò Mina poi quella di chi andava a ballare a Vigolzone di pomeriggio in corriera – c’era l’austerity – e nel 1977 Tony Manero scateno’ la Febbre del sabato sera, aprendo le porte degli anni ottanta e novanta dove non si andava mai a dormire. C’era una Piacenza che aveva tutto un altro ritmo, ogni paese aveva la sua discoteca e ci passavano mostri sacri che avrebbero segnato la storia della musica italiana. Questa volta vi porto a ballare in quegli anni, grazie a chi ci ha fatto da guida: Renata Tansini, Gabriele Morsia, Roberto e Angela Scaglioni, Claudio Malacalza, Alberto Morisi. – di Elisa Malacalza. Editing e sound design Matteo Capra.

Nella foto del 1972 il “Lido” di Castel San Giovanni con giardino esterno e piscina

© Copyright 2022 Editoriale Libertà