“Sipario sul nostro Appennino”, teatro al servizio di paesi e comunità delle valli

31 Marzo 2022

Si alza il “Sipario sul nostro Appennino”. Questo il senso del nuovo progetto elaborato dal Gruppo teatrale Quarta Parete con il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano e di alcuni comuni del territorio: l’obiettivo è quello di portare il teatro al servizio dei paesi di montagna e delle comunità che li abitano.
Per questo nel fine settimana del 2 e 3 aprile il gruppo insieme al trio musicale San Lorenzo approderà nella chiesa parrocchiale di Zerba alle 16.30, nella sala don Gallo di Cerignale alle 21 e nel centro polifunzionale di Ottone alle 11 di domenica. Nel fine settimana successiva Quarta Parete sarà alla trattoria Cavanna di Pertuso il 9 aprile alle 16.30 e nel salone dell’oratorio di Ferriere alle 21, mentre il 10 alle 11 sarà nella sala parrocchiale di Santa Maria di Bobbio.
Il progetto è stato presentato a Palazzo Rota Pisaroni dai rappresentanti della Fondazione e di Quarta Parete.

“Siamo una compagnia amatoriale – spiega Daniele Righi – e abbiamo deciso di intraprendere questo progetto in accordo con i comuni del territorio che mettono a disposizione le location degli spettacoli e rendendosi disponibili a portare anche chi fa più fatica agli eventi”. “Ritagli in alta valle” è il nome dello spettacolo diretto da Tino Rossi che vedrà in scena diversi attori: Simona Baldrighi, Fabio Camoni, Lorelle Carini, Stefania Gennari, Giovanni Giangiobbe, Fabrizio Lucini, Daniele Righi, Tino Rossi, Paola Vincini e Stefania Zanfrisco.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà