Angiolo deve lasciare Villa Verdi, il 30 ottobre chiuderà anche il museo del Maestro

06 Ottobre 2022

Angiolo Carrara Verdi è costretto a lasciare la Villa del Maestro a Sant’Agata di Villanova.
Così ha deciso il giudice mettendo fine ad una battaglia legale, tra fratelli, durata 20 anni.
Domenica 30 ottobre sarà l’ultimo giorno di apertura del museo.
La chiusura definitiva è il risultato di quanto confermato dalla Cassazione, ossia che l’eredità di Alberto Carrara Verdi, scomparso nel 2001, deve essere divisa tra i figli in parti uguali (Maria Mercedes, Ludovica, Angiolo ed Emanuela, quest’ultima deceduta nel 2020). E dato che nessuno è in grado di rilevare le quote dell’altro, Villa Verdi è destinata alla vendita.
“Devo lasciare l’abitazione dove sono tornato a vivere con la mia famiglia dal 2010. Devo lasciare l’abitazione che ho tutelato e salvaguardato per anni. Il luogo dove ho trascorso praticamente 53 anni della mia vita”, ha detto Angiolo Carrara Verdi, profondamente rammaricato. “Per me villa e museo non sono mai state due entità separate. E dato che non posso più abitare a Sant’Agata, non posso nemmeno più occuparmi del museo. Liquiderò la società”, aggiunge.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà