Cent’anni di scout a Piacenza. Inaugurata la mostra che “racconta la nostra storia”

03 Dicembre 2022

Una storia lunga cent’anni quella del movimento scout nel nostro territorio. Una storia lunga e ricca ricordi, esperienze ed emozioni, ma soprattutto una storia che guarda al futuro. “Abbiamo tanti ragazzi che ancora hanno la voglia e l’entusiasmo di spendersi in questa bella avventura cercando di contribuire ad avere un mondo migliore di come l’hanno trovato”. Le parole di Emanuele Valla, responsabile con Cinzia Pagnanini di Agesci Piacenza, associazione guide e scouts cattolici italiani.

Ieri pomeriggio, venerdì 2 dicembre, all’interno dell’ex convento di Santa Chiara sullo Stradone Farnese, è stata inaugurata la mostra fotografica dal titolo “Storie di scout dentro la storia. Centenario dello scoutismo piacentino” promossa dalla Zona scout di Piacenza, organizzata in collaborazione con Fondazione di Piacenza e Vigevano, patrocinata dal Comune di Piacenza e realizzata con il sostegno della Diocesi di Piacenza-Bobbio e dalla cooperativa Kairos.

“I valori dello scout riguardano l’essere dei cittadini bravi e cristiani buoni – ha sottolineato Paganini -, la solidarietà, l’altruismo e il protagonismo nella vita della comunità mettendosi a disposizione degli altri e di chi è in difficoltà”. All’inaugurazione scaldata da dell’ottimo vin brulé è intervenuto anche Roberto Reggi, presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano: “Lo scoutismo è un’esperienza educativa straordinaria – le sue parole -. Dieci ragazzi cent’anni fa hanno iniziato un percorso che ora vede oltre 1.200 partecipanti. E’ un onore per noi ospitare questa mostra che ripercorre la storia degli scout e con essa quella di tutta la nostra comunità”.

Alla realizzazione della mostra, oltre ai curatori-scout Andrea Bossi, Anna Rita Molinari, Andrea Provini ed Eugenio Pinotti, hanno concorso tantissimi altri scout con immagini e ricordi utili a costruire il percorso. “Raccontare 100 anni non è facile – ha spiegato Pinotti -, ci abbiamo provato attraverso una linea del tempo che vuole manifestare quello che eravamo e quello che siamo e, in particolare, quello che facciamo per la comunità in cui operiamo”. Una storia raccontata attraverso sorrisi, cimeli e foto dei tanti protagonisti di questo bel percorso.

“Vedo attorno a me compagni di strada, di sentiero e di caccia – il commento dell’assessore Francesco Brianzi -. Un onore essere qui nella duplice veste di amministratore e fiero scout. Fondamentale portare avanti un percorso di cultura e di responsabilità per i giovani”. La mostra rimarrà allestita fino al prossimo sei gennaio. Con questa iniziativa l’associazione scout Agesci di Piacenza chiude le celebrazioni per il centenario del movimento scout che, nel nostro territorio, ha preso il via nel 1922 presso la chiesa di San Francesco.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà