Provincia

Riordino Province, Foti (Pdl) attacca: “Parma ha 106 milioni di debiti, noi solo 5”

17 ottobre 2012

Rischia di essere un matrimonio in perdita, almeno sotto il punto di vista economico, quello della Provincia di Piacenza con i cugini di Parma, come imposto  dal governo Monti. L’amministrazione parmigiana ha infatti un debito di venti superiore al nostro.
Lo denuncia il parlamentare piacentino del Pdl, Tommaso Foti: “Coloro che con tanto calore hanno sostenuto e sostengono l’importanza e la convenienza per la Provincia di Piacenza di un suo riordino con quella di Parma meglio farebbero a fare lo sforzo di leggere i conti consuntivi per il 2011 dei due enti. I dati di bilancio, a differenza dei numeri che molti danno con interpretazioni risibili dei fatti oggettivi, ci dicono che alla fine dello scorso anno l’indebitamento della Provincia di Parma era di oltre 106 milioni di euro, a fronte dei 5 milioni della Provincia di Piacenza. Ma di questo nessuno parla, quasi che il tema non interessi a nessuno, pur essendo del tutto evidente la nostra virtuosità  ed il fatto che siamo di fronte ad un matrimonio con Parma del tutto squilibrato, quanto meno nei rapporti economici”.
L’azzurro accusa duramente il governo: “Ciò nonostante  il ministro Patroni Griffi, oramai vittima del suo personaggio, vuole andare avanti a colpi di decreti, neppure rendendosi conto dei giganteschi problemi che un percorso tanto improvvisato quanto dilettantesco sta determinando. Forse sarebbe più  opportuno che il ministro competente, si fa per dire, si preoccupasse di emanare i decreti di trasferimento delle competenze ai Comuni, senza i quali si aggiunge solo caos a caos. Ma probabilmente – conclude- da Patroni Griffi solo caos possiamo aspettarci”.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Provincia

NOTIZIE CORRELATE