Crisi Mercatone Uno, confronto al ministero. Cento piacentini a rischio 

13 Marzo 2015

Si è formalmente insediato ieri al ministero dello Sviluppo Economico a Roma il tavolo sulla situazione di crisi del gruppo Mercatone Uno, che conta 79 stabilimenti in tutta Italia e 3.500 dipendenti, di cui un centinaio diviso tra i negozi di Rottofreno e Fiorenzuola.

Al tavolo di ieri erano presenti, oltre alla direzione aziendale, tutte le rappresentanze sindacali nazionali e locali e altre cinque Regioni oltre all’Emilia Romagna (Piemonte, Lombardia, Toscana, Friuli Venezia Giulia e Lazio). E’ stato fissato un altro incontro il prossimo 1 aprile, dove saranno prese in esame tutte le manifestazioni di interesse, che in ogni caso dovranno essere valutate dal commissario giudiziale e dal tribunale.

La sede direzionale e 17 punti vendita del Gruppo Mercatone Uno si trovano in Emilia-Romagna, quasi mille occupati diretti, più i lavoratori delle aziende dell’indotto. “La Regione in raccordo con le istituzioni nazionali – assicura l’assessore Palma Costi – metterà in campo tutti gli strumenti a sua disposizione per dare sostegno ai lavoratori colpiti da questa crisi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà