Provincia

Allarme insegnanti, solo 176 stabilizzazioni su 337 posti vacanti

19 agosto 2017


Erano ben 337 i contratti a tempo indeterminato autorizzati dal ministero per i docenti nelle scuole piacentine di ogni ordine e grado. Ma le assunzioni, terminate nei giorni scorsi, sono state solo 176. “Non perché nella nostra provincia manchino i candidati – spiega Manuela Calza della Cgil – ma perché sono esaurite le graduatorie che danno diritto alla stabilizzazione. E’ evidente che questo sistema non funziona e che non si va verso la fine della precarizzazione della scuola piacentina e italiana”.

I numeri parlano chiaro: i 21 posti disponibili all’infanzia e i 39 alle elementari sono stati tutti assegnati, ma alla Medie ne sono stati coperti solo 55 su 112 a disposizione, alle Superiori 48 su 89 e al Sostegno solo 13 su 76. “Ciò significa che per le esigenze minime delle scuole per l’anno scolastico che sta per iniziare – aggiunge il sindacato – si dovrà ricorrere ancora a 161 precari per l’organico di diritto, a cui se ne aggiungeranno molti altri per il cosiddetto organico di fatto, ossia per le reali esigenze degli istituti. Assisteremo quindi ancora al solito “balletto” delle assegnazioni annuali, magari a colleghi che da tanti anni lavorano nella scuola senza essere mai stabilizzati”.

Secondo Manuela Calza c’è un altro dato che conferma le lacune del sistema di assegnazione: “Per il personale Ata le esigenze sono di almeno 60 posti, ma il ministero ha autorizzato la stabilizzazione di sole 29 persone, quando la graduatoria è molto più lunga e coprirebbe ben oltre il fabbisogno”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Provincia

NOTIZIE CORRELATE