Voto il 26 gennaio

Elezioni Regionali, per la presidenza corrono in sette I CANDIDATI

30 dicembre 2019

Sette candidati a presidente collegati in tutto a 17 liste, alcune delle quali, però, non compariranno sulla scheda che sarà consegnata ai piacentini.
Questo il quadro, ancora da ufficializzare in via definitiva, delle prossime elezioni regionali in Emilia-Romagna del 26 gennaio 2020.
Sabato sono scaduti i termini per la presentazione di firme e liste, per cui è in corso la verifica della correttezza di tutti i documenti.
Stefano Bonaccini, il governatore uscente, si ripresenta sostenuto da una larga coalizione di centrosinistra. Sei le liste che la formano: Pd, +Europa (che raccoglie anche Pri e Psi), Volt Emilia-Romagna, Emilia-Romagna Coraggiosa, Europa Verde e la lista civica Bonaccini Presidente.
Schema analogo per Lucia Borgonzoni, sostenuta dal centrodestra. Anche con lei si schierano sei liste: Lega, Forza Italia, Fdi, Cambiamo!-Popolo della Famiglia, Giovani per l’Ambiente e la civica Borgonzoni Presidente.
Corre da solo il Movimento Cinque Stelle, che candida come governatore Simone Benini.
A sinistra vanno in modo autonomo anche L’Altra Emilia-Romagna (candidato Stefano Lugli), Potere al Popolo (con Marta Collot) e il Partito comunista (con Laura Bergamini).
Chiude il quadro il Movimento 3V-Vaccini Vogliamo Verità con candidato Domenico Battaglia.
Se il quadro fosse così confermato, e limitatamente al collegio provinciale piacentino, ci sarebbero complessivamente 13 liste con 52 candidati consiglieri regionali.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Provincia

NOTIZIE CORRELATE