Richiesta dei sindacati

“Riconoscimento economico anche per il personale della sanità privata”

18 aprile 2020

Le funzioni pubbliche dei sindacati Cgil, Cisl e Uil, dieci giorni fa, hanno chiesto un incontro ad Aiop Emilia Romagna, l’associazione delle case di cura private entrata, in seguito a un accordo con la Regione Emilia-Romagna, nella gestione dell’emergenza coronavirus.

“L’incontro è stato chiesto, in via urgente, per affrontare una serie di temi quali la carenza di dispostivi di protezione individuale che in molte strutture rende tuttora insicura l’attività del personale sanitario, i tempi lunghi con i quali in molti casi si eseguono i tamponi o in molte circostanze non sono neppure eseguiti, la mancata partenza, a tutt’oggi, dello screening sierologico – si legge in una nota inviata dai sindacati -. Così come sta avvenendo nelle aziende sanitarie e ospedaliere pubbliche in Emilia-Romagna, le organizzazioni sindacali hanno chiesto l’apertura del confronto e la contrattazione per valorizzare il grande impegno profuso dagli operatori sanitari anche del comparto privato mediante il riconoscimento di indennità per malattie infettive, maggiorazioni economiche e un riconoscimento specifico per chi è coinvolto nella gestione dell’emergenza Covid 19 e nel supporto delle aziende pubbliche per gli interventi chirurgici non differibili. Parallelamente, nei diversi territori, Cgil, Cisl e Uil hanno chiesto l’apertura di un confronto con le Direzioni delle diverse strutture sanitarie private sui medesimi temi, chiedendo un riscontro in merito alle procedure di apertura degli infortuni da Covid 19. Alla richiesta di incontro ad Aiop Emilia Romagna e, in molti casi, alle richieste di incontro rivolte alle strutture sanitarie private, non vi è stato alcun riscontro”.

Per tutte queste ragioni Cgil, Cisl e Uil ritengono che non sia più rinviabile l’apertura di un tavolo di confronto regionale.

Comunicato stampa sanità privata

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Provincia