Alberghi e agriturismo

Le strutture ricettive provano a rilanciarsi, in attesa dei turisti

18 maggio 2020

Le strutture ricettive sono alle prese anche a Piacenza e provincia con un momento delicatissimo, visto che alle chiusure forzate delle ultime settimane si somma una grande incertezza per il futuro, legata ai flussi turistici che difficilmente decolleranno nei prossimi mesi.

Gli operatori, in vista della riapertura prevista per oggi, si sono comunque attrezzati per rispondere alle indicazioni governative e regionali che si applicano alle strutture ricettive alberghiere, complementari e alloggi in agriturismo.
I titolari devono:
– Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione, comprensibile anche per
i clienti di altra nazionalità.
– Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura superiore 37,5 °C.
– Garantire il rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro in tutte le aree comuni e favorire la differenziazione dei percorsi all’interno delle strutture. Si suggerisce, a tal proposito, di affiggere dei cartelli informativi e/o di delimitare gli spazi.
– La postazione dedicata alla reception e alla cassa può essere dotata di barriere fisiche (es. schermi); in ogni caso, favorire modalità di pagamento elettroniche e gestione delle prenotazioni online.
– Gli ospiti devono sempre indossare la mascherina.
– Garantire un’ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per l’igiene delle mani.
– Ogni oggetto fornito dalla struttura all’ospite, dovrà essere disinfettato prima e dopo di ogni utilizzo.
– L’utilizzo degli ascensori dev’essere tale da consentire il rispetto della distanza interpersonale.
– Verificare le caratteristiche di aerazione dei locali e degli impianti di ventilazione.

PROTOCOLLO REGIONALE STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE
PROTOCOLLO REGIONALE STRUTTURE RICETTIVE ARIA APERTA

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Provincia