Il 16 settembre

Sanità privata senza contratto, sciopero anche per 550 piacentini

1 settembre 2020

Riguarda anche 550 lavoratori piacentini lo sciopero che il 16 settembre vedrà protagonisti gli addetti della Sanità privata, indetto dalle sigle di categoria di Cgil, Cisl, Uil. Alla base, c’è in particolare la questione del contratto nazionale, scaduto da 14 anni.
Personale in prima linea contro il Covid a Piacenza “ai quali – accusano le organizzazioni sindacali –  durante la bufera dell’epidemia, era stato garantito che al termine della crisi avrebbero potuto finalmente ottenere un rinnovo del contratto nazionale”, ma che oggi, nonostante una pre-intesa approvata dalle assemblee di base, “appare ancora lontano”.
“Per questo il sistema della sanità privata piacentina potrebbe prendere esempio da realtà virtuose che già oggi corrispondono in busta paga gli aumenti contrattuali previsti dalla pre-intesa tra le parti sociali, Aiop e Aris”. La proposta arriva da Giovanni Baiardi, responsabile sanità privata della Fp-Cgil di Piacenza. Il contratto interessa sul territorio piacentino circa 550 persone suddivise in tre strutture: Clinica Piacenza, Casa di Cura Sant’Antonino e Casa di cura San Giacomo di Pontedellolio.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Provincia

NOTIZIE CORRELATE