Il Governo aumenta le indennità dei sindaci. A Piacenza novemila euro lordi

01 Novembre 2021

Il Governo Draghi ha deciso di aumentare gli “stipendi” dei primi cittadini, come previsto nella Legge di bilancio appena approvata dal Consiglio dei ministri.
Oggi un sindaco ha un’indennità mensile di 1.290 euro lordi, nei comuni fino a 1.000 abitanti; 1.450 euro nei comuni da 1.001 a 3.000 abitanti; 2.170 euro, nei comuni con popolazione compresa tra i 3.001 ai 5.000 abitanti; 2.790 euro, nei comuni da 5.001 a 10.000 abitanti; 3.100 euro, nei comuni da 10.001 a 30.000 abitanti; 3.460 euro, nei comuni da 30.001 a 50.000 abitanti; 4.130 euro, nei comuni da 50.001 a 100.000 abitanti; 5.010 euro, nei comuni da 100.001 a 250.000; 5.780 euro nei comuni da 250.001 a 500.000 abitanti; 7.800 euro nei comuni di oltre 500.000 abitanti.
Gli aumenti saranno del 100 per cento per i sindaci Metropolitani, con percentuali a calare per gli altri Comuni in base al numero dei residenti. Lo stipendio crescerà dell’80 per cento per i sindaci dei Comuni capoluogo di regione e per i sindaci dei Comuni capoluogo di provincia con popolazione superiore a 100.000 abitanti che arriveranno nel 2024 a percepire 9.018 euro. Poi via via gli altri, con aumenti percentualmente sempre minori.
Significa che il sindaco di Piacenza vedrà aumentare il proprio stipendio dai 5.010 euro lordi attuali fino a 9.018 nel 2024 passando attraverso un primo ritocco a 6.613 il prossimo anno.
Parallelamente il sindaco di Zerba (il Comune piacentino più piccolo con 69 abitanti) passerà dagli attuali 1.290 euro lordi a 1.496.
L’articolo 146 della legge di Bilancio stabilisce che le indennità di funzione siano adeguate anche per vicesindaci, assessori e presidenti del consiglio comunale.

TUTTI I DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI MARCELLO POLLASTRI SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2022 Editoriale Libertà