Gal del Ducato: un ufficio in Provincia per intercettare i finanziamenti europei

08 Marzo 2022

È stata firmata oggi (martedì 8 marzo 2022) la convenzione con la quale la Provincia di Piacenza accorda gratuitamente al GAL del Ducato la disponibilità di un ufficio all’interno della sede dell’ente di Corso Garibaldi a fronte dell’attivazione, da parte del medesimo GAL, del servizio denominato ‘Sportello Europa’ a favore della Provincia e degli enti locali (Comuni e Unioni di Comuni) della provincia di Piacenza, senza oneri a carico della Provincia e degli enti locali stessi.
I dettagli dell’importante novità sono stati illustrati dal vicepresidente della Provincia e consigliere con delega ai Rapporti con il GAL del Ducato Franco Albertini, dal consigliere con delega alle Relazioni istituzionali in materia di Politiche europee Giulia Monteleone e dal presidente del GAL del Ducato Gino Losi. Erano presenti, inoltre, il direttore generale della Provincia di Piacenza Vittorio Silva e il direttore del GAL del Ducato Giovanni Pattoneri.

L’attività del neonato ufficio (il referente è Andrea Tramelli, l’indirizzo mail per prendere contatti è [email protected]) consisterà principalmente in:
a) un servizio di informazione su programmi europei di finanziamento rivolti agli Enti Locali, su bandi nazionali e della Regione Emilia-Romagna finanziati con risorse europee oltre a quelli previsti dalla Misura 19 del PSR gestita da GAL del Ducato, attraverso periodiche newsletter informative e incontri di presentazione, oltre a singoli appuntamenti su richiesta dei Comuni, presso la sede provinciale.
In particolare, si forniranno informazioni di massima sulla realizzazione di progetti e programmi, per quanto riguarda l’ammissibilità del richiedente (requisiti formali) e la spiegazione degli obiettivi e delle finalità previste dai bandi.
b) una attività di supporto nella valutazione preliminare di percorsi progettuali per l’accesso ai finanziamenti e per l’eventuale creazione di reti di partner, a Provincia ed Enti Locali.

Dopo aver portato i saluti del presidente della Provincia Patrizia Barbieri, il vicepresidente della Provincia e consigliere con delega ai Rapporti con il GAL del Ducato Franco Albertini ha spiegato che “L’attivazione di uno ‘Sportello Europa’ all’interno della sede della Provincia è funzionale al perseguimento degli obiettivi dell’Ente, perché – in linea con la concezione di una Provincia quale ‘Casa dei Comuni’ – si configura come prezioso supporto degli enti locali del territorio (Comuni e Unioni dei Comuni) per intercettare i finanziamenti europei”.
Il consigliere con delega alle Relazioni istituzionali in materia di Politiche europee Giulia Monteleone ha evidenziato che “Il ‘Progetto Europa’ di UPI Emilia-Romagna intende aiutare tutti i territori delle province a rendersi partecipi dei processi e dei progetti dell’Unione Europea e del PNRR, a cominciare dai Comuni più piccoli, dai borghi e da tutte quelle realtà che fin qui non hanno saputo o potuto partecipare: in questo senso va anche la costituzione, presso le Province emiliano-romagnole, di uffici in grado di offrire consulenze su misura”.
Gino Losi, presidente del GAL del Ducato (il soggetto previsto dai regolamenti dell’Unione Europea per la gestione a livello locale dei programmi europei di sviluppo delle aree rurali), ha sottolineato la maggior vicinanza che il nuovo servizio garantirà tra il medesimo GAL e gli enti locali del territorio.
Grande soddisfazione per la ripresa di una stretta collaborazione tra i due enti, che fornisce una risposta concreta a bisogni esplicitati dai Comuni tramite un monitoraggio ad hoc, è stata espressa dal direttore generale della Provincia di Piacenza, Vittorio Silva, e dal direttore del GAL del Ducato, Giovanni Pattoneri.

In linea con le finalità di un flash mob silenzioso ideato per oggi dalla Provincia di Lecce, ai relatori della conferenza stampa di oggi è stato donato un mazzolino di mimosa legato con un nastrino azzurro, per ricordare – come ha spiegato il consigliere Giulia Monteleone – i colori della bandiera ucraina: la mimosa gialla come simbolo dell’8 marzo, e il nastrino azzurro come segno di solidarietà e di vicinanza emotiva alle popolazioni coinvolte dal conflitto in Ucraina.

 

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà