Provincia, Patelli presenta la squadra: Calza è la vice. “C’è l’ok a rotonda della Bellaria”

26 Ottobre 2022

Una squadra ridotta ai minimi termini. Non potrebbe essere altrimenti in un consiglio provinciale che non è il “loro”: sono tre gli esponenti di centrosinistra che compongono l’esecutivo della neopresidente Monica Patelli, eletta lo scorso 24 settembre, all’interno di un’aula trainata però da una maggioranza di centrodestra.

La nuova amministrazione di corso Garibaldi è formata dal sindaco di Gragnano Patrizia Calza, vicepresidente della Provincia con deleghe a edilizia scolastica, istruzione e attività a supporto dei comuni, il sindaco di Travo Lodovico Albasi designato a viabilità, trasporto pubblico e rapporti con Anas per la strada statale 45, e il sindaco di Sarmato Claudia Ferrari che si occuperà di pianificazione territoriale, pari opportunità e politiche giovanili. Ovvero un esecutivo con tre esponenti delegati, meno della metà degli otto consiglieri-assessori schierati dal centrodestra nei mandati precedenti. “Gli altri ambiti restano in capo a me – specifica Patelli – l’obiettivo è quello di puntare sulle competenze fondamentali dell’ente. Da novembre – annuncia poi la presidente della Provincia e sindaco di Borgonovo – incontrerò i primi cittadini e le scuole”.

RETRIBUZIONI – I consiglieri delegati svolgono l’incarico a titolo gratuito, mentre la presidente percepisce uno stipendio lordo di 4.650 euro al mese.

“SUPPORTO AI COMUNI” – “Ho una lunga esperienza in Provincia – afferma Calza – con la consapevolezza delle difficoltà rispetto al passato. L’ente può supportare i comuni in modo utile, attraverso momenti di confronto con esperti”.

VARIANTE STATALE 45 – Da parte di Albasi, inoltre, un aggiornamento sul nuovo progetto per la variante Rivergaro-Cernusca sulla strada statale 45: “È arrivata la prima bozza della valutazione di impatto ambientale. Mi sono sentito con Anas – spiega – sostanzialmente si dà ragione ai comuni in merito alle osservazioni presentate fin da subito, dando l’ok alla rotonda della Bellaria per sistemare l’incrocio pericoloso”.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2023 Editoriale Libertà