Atti vandalici e intimidazioni, dal Ministero risarcimenti per quattro Comuni

31 Ottobre 2022

La cifra non è alta – anzi piuttosto bassa per la verità – tuttavia è significativa in quanto rappresenta la partecipazione dello Stato agli sfregi subiti dalle pubbliche amministrazioni locali, sia nella forma di intimidazioni nei confronti dei relativi amministratori, sia nella forma di atti vandalici contro il patrimonio della collettività. Così alla provincia di Piacenza, per ambedue le voci, nel 2021 sono toccati poco meno di 32mila euro, ripartiti in quattro Comuni: Piacenza, Borgonovo, San Giorgio, Ponte dell’Olio.
La comunicazione del ministero dell’Interno è recente e non tutti i Comuni ne hanno già preso atto. Il che va a giustificare un certo deficit di informazione. In data 25 ottobre il dipartimento per gli affari interni e territoriali (Direzione centrale per la finanza locale) fa sapere sul proprio sito internet che, con decreto ministeriale del 19 ottobre 2022, è stato disposto il pagamento del contributo per l’anno 2022 (previsto dalla legge 30 dicembre 2021) per gli enti locali che abbiano subito, nell’anno precedente a quello di riferimento, “episodi di intimidazione nei confronti dei propri amministratori, connessi all’esercizio delle funzioni istituzionali esercitate, o episodi di danneggiamento del proprio patrimonio”.
I conferimenti hanno come data lo scorso 18 di ottobre. In particolare, si tratta di 16.531 euro per il Comune di Piacenza, 5.354,26 per il Comune di Borgonovo, 5.072,42 euro per il Comune di San Giorgio, 4.951,26 euro per il Comune di Ponte dell’Olio.

TUTTI I DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI FEDERICO FRIGHI SU LIBERTA’

© Copyright 2023 Editoriale Libertà