Cugini: “Agenzia pubblica per il controllo degli insediamenti produttivi”

31 Maggio 2022

Si è parlato di lavoro, ambiente, logistica e sviluppo del territorio nel confronto tra candidati sindaci promosso dalle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil alla Camera del Lavoro. In particolare, in merito allo sviluppo economico, è stata lanciata la proposta di un’agenzia pubblica con un ruolo di coordinamento tra tutti gli attori del territorio per attrarre insediamenti produttivi di qualità. “Ho cominciato la mia esperienza di partecipazione proprio all’interno dei comitati consultivi misti dell’Ausl come volontario ospedaliero – ha risposto il candidato di ApP Stefano Cugini – quello di un tavolo dove i soggetti hanno pari dignità è lo stesso principio che sta alla base di Alternativa per Piacenza, motivo per cui, non posso che essere d’accordo con l’Agenzia, un elemento fondamentale del prossimo quinquennio ma non solo. Sempre secondo il principio che una migliore qualità del lavoro significa anche migliore qualità della vita, crediamo sia fondamentale puntare sulla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Apposta, nel nostro Libro Giallo c’è la realizzazione di un polo d’infanzia 0-6 anni all’interno del polo logistico”.

“La platea che ci ascolta – ha detto Cugini – ha alcuni elementi per farsi un giudizio su quello che ho fatto negli anni da assessore ai servizi sociali; noi dobbiamo avere un’amministrazione non prona, ma proattiva verso l’Ausl. Sociale e sanitario devono andare a braccetto. Nella Conferenza Sociale Sanitaria i distretti devono fare uno scatto in avanti di responsabilità, non guardare al proprio interesse ma ragionare globalmente. Nel programma abbiamo previsto una consulta cittadina per far capire che il sistema territoriale non è antagonista dell’ospedale ma la faccia della stessa medaglia. Parlando di welfare ho un grande orgoglio cioè avere avuto l’opportunità di inaugurare l’asilo di via Sbolli a gestione pubblica e sugli anziani mi sono impegnato moltissimo per il piano di risanamento Asp e la definizione dell’ex pensionato albergo”.
Sollecitato sul tema del polo logistico e sulla visione dell’intero comparto, Cugini ha ribadito che “nel programma abbiamo inserito l’idea del comitato locale di logistica etica per dare un volto nuovo alla logistica esistente. Ma non solo: fondamentale saranno il rispetto dei contratti, l’applicazione delle normative di sicurezza sui luoghi di lavoro, degli orari ordinari e straordinari, il potenziamento dei protocolli di legalità, degli appalti in essere. Siamo convinti – ha detto – che sia necessaria una vera commissione antimafia, non farlocca come è adesso, perché l’atteggiamento deve essere quello delle antenne alzate e non della rimozione come se nulla fosse stato”.
Infine il tema ambientale che è l’anima del Libro Giallo di ApP: “il nostro programma – ha concluso Cugini – è esso stesso una svolta ambientale. Mobilità, riforestazione, riqualificazione del piano energetico nel quale devono essere coinvolte tutte le realtà. Per abbattere l’inquinamento occorre accelerare l’attuazione del Pums, creare delle corsie dedicate al trasporto pubblico locale, attivare un piano dove la prevalenza dei pedoni sia massiccia rispetto alle auto. Certamente tutto questo resta sullo sfondo se non si lavora insieme sul cambio di paradigma culturale dei singoli cittadini.”

© Copyright 2022 Editoriale Libertà