Elezioni, ApP: “Solo facendo parlare i disabili, si capiscono i bisogni e le necessità”

07 Giugno 2022

“Le nostre proposte di inclusione delle persone disabili passano attraverso la scuola e lo sport, potenziando la rete dei servizi sul territorio che possano consentirgli di inserirsi a tutto tondo nel tessuto cittadino”. Così Patrizia Chiappa, candidata di ApP, insegnante da anni impegnata nel sociale con alcune associazioni che sostengono le famiglie di persone affette dal disturbo dello spettro autistico, ha introdotto la tavola rotonda al teatro Gioia sul tema Inclusione e bisogni speciali. Un’amministrazione ha certamente i mezzi per far sentire i disabili cittadini a pieno titolo: bisogna prima di tutto volerlo nei fatti e fare quel salto culturale non per tutti scontato. Ne hanno parlato il candidato sindaco di ApP Stefano Cugini, Micaela Ghisoni candidata di Europa Verde, Nadia Rossi, Daniele Ciolli candidati @Sinistra e Carlo Devoti candidato di ApP.
“Questo incontro è stato voluto proprio per ascoltare le persone che quotidianamente hanno bisogni e difficoltà – ha detto Patrizia Chiappa – dobbiamo partire da qui per dare risposte e servizi efficienti”. “Solo facendo parlare le persone che hanno una disabilità si può capire davvero il bisogno – ha detto Micaela Ghisoni – lo dico senza piangermi addosso, perché sono una persona che vive serenamente la propria disabilità”.

“Essere disabili non significa essere commiserati – è intervenuto Daniele Ciolli – ci sono persone disabili che si comportano male, a cui tutto sembra dovuto. Noi chiediamo una città senza barriere non solo architettoniche ma anche culturali. Un’altra grande battaglia è quella di riuscire a garantirci un lavoro”. “In consiglio comunale – ha concluso Cugini – devono entrare persone disabili che abbiano in testa la volontà di cambiare il mondo rispetto alla loro condizione, capaci di indignarsi quando certa politica le usa invece come specchietto per le allodole, per lavare la coscienza mentre tutto resta sempre inesorabilmente uguale”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà