Bancopass: il servizio gratuito che collega imprese ed intermediari finanziari

08 Marzo 2021

Un tool per analizzare l’impresa, pianificarne lo sviluppo e comunicarne il valore all’esterno

“Considerare la finanza aziendale come una leva strategica è fondamentale, soprattutto in questo momento di difficoltà per il sistema economico”, afferma con convinzione Maria Angela Spezia Presidente del Comitato piacentino della Piccola Confindustria. La pandemia ha generato infatti un elevato fabbisogno di liquidità al quale il Governo ha risposto con diversi strumenti, come la moratoria sui finanziamenti e il rafforzamento del Fondo di Garanzia per le PMI. Se da un lato queste utilissime e opportune misure stanno consentendo di affrontare la crisi, dall’altro impattano sulla sostenibilità del debito delle aziende, che si sono rivolte principalmente al sistema bancario: è evidente quindi che il controllo dell’area finanziaria sia da monitorare strettamente, affinchè non diventi un’area di debolezza.

Il Comitato Piccola Impresa ha affrontato da tempo questo problema, appoggiandosi a BANCOPASS, piattaforma realizzata da Assolombarda che si configura come un insieme di strumenti molto facili da usare, condivisi con i principali stakeholder finanziari, sviluppati per aiutare l’imprenditore nella lettura e soprattutto nella comunicazione della propria situazione economico-finanziaria, nella definizione dei piani di sviluppo, nella verifica delle risorse necessarie per realizzarli e nell’accesso alle fonti di finanziamento più adatte a rispondere alle esigenze individuate.

BANCOPASS parte dall’analisi dei bilanci, corredati da un rendiconto finanziario e dal calcolo di una serie di indici, suddivisi per macro categorie. Permette inoltre di effettuare analisi previsionali e consultare la Centrale Rischi di Banca d’Italia per ottenere informazioni immediate su eventuali contestazioni, sconfinamenti o problemi finanziari e, di conseguenza, conoscere il proprio merito creditizio. Esiste inoltre una sezione in cui, in modo guidato, è possibile creare la propria presentazione inserendo: profilo, analisi del mercato e del contesto competitivo, performance degli ultimi anni, analisi e presidio dei rischi aziendali, sintesi delle principali strategie, fabbisogni finanziari necessari a raggiungere gli obiettivi futuri dell’azienda. In altre sezioni sono disponibili: il confronto settoriale, la valutazione d’impresa e gli indici di allerta.

“E’ evidente che la comunicazione che ne scaturisce, per la sua chiarezza e dettaglio, non può che essere molto apprezzata dal sistema creditizio”, conclude Spezia. Ovviamente Confindustria Piacenza è pronta ad aiutare ogni impresa associata per iniziare ad utilizzare questa piattaforma. Sono convinta che BANCOPASS sia lo strumento giusto al momento giusto, tanto più se si pensa che l’indebitamento rappresenta un fattore critico alla luce delle nuove regole sul default, entrate definitivamente in vigore dal 1° gennaio di quest’anno. Inoltre, alla luce delle risorse che verranno erogate con il Recovery Plan per una ripresa all’insegna della duplice transizione, ecologica e digitale, uno strumento come BANCOPASS assume una particolare rilevanza per la pianificazione degli investimenti.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà