CRV – Consiglio Autonomie Locali: ok a registro regionale per prodotti a denominazione comunale

25 Luglio 2022

Quattro sì ad altrettanti progetti di legge e con voto unanime. Nell’ultima riunione prima della pausa estiva il Consiglio delle Autonomie locali del Veneto, guidato dalla vicepresidente Claudia Benedos, sindaca di Maser, ha espresso parere favorevole sia all’istituzione del registro regionale dei prodotti De.Co. (Pdl 132), sia alla proposta n. 141 ”Disciplina e valorizzazione delle Identità comunali”. Il primo progetto di legge, prima firmataria Silvia Rizzotto di Lega-Liga veneta, si propone di valorizzare le produzione tipiche locali a denominazione comunale mediante l’istituzione di un registro regionale. Di contenuto simile è anche la seconda iniziativa legislativa, prima firmataria Milena Cecchetto e sottoscritta da consiglieri della Lega, di Forza Italia e del gruppo misto, che punta a valorizzare le identità comunali (Ide.Co), promuovendo prodotti, tradizioni, manufatti che caratterizzano un determinato territorio locale. Il Consiglio delle autonomie locali ha invitato il legislatore regionale ad abbinare le due iniziative legislative di marketing territoriale, raccomandando un ulteriore approfondimento giuridico per evitare eventuali ricorsi o impugnative in relazione a possibili conflitti con la disciplina vigente su certificazioni d’origine e marchi di qualità.

Semaforo verde da parte del Cal anche al progetto di legge n. 137 di iniziativa dei consiglieri di Fratelli d’Italia, primo firmatario Tommaso Razzolini, che istituisce la Giornata regionale dei giovani al servizio della patria (da celebrarsi il 15 giugno) e dà sostegno alle attività di formazione organizzate dalle associazioni combattentistiche e d’arma rivolte alle nuove generazioni.

Infine il parlamentino delle autonomie locali ha espresso il proprio plauso e via libera al progetto di legge n. 149 ”la Grande guerra infinita”, presentato da Marzio Favero (Lega-Liga veneta): l’iniziativa legislativa intende attualizzare l’interpretazione storica della Grande guerra, valorizzare il Memoriale Veneto di Montebelluna, e promuovere luoghi e itinerari ecomuseali delle due guerre mondiali come prodotto culturale e turistico da inserire nelle destinazioni e nei club di prodotto della prima regione turistica d’Italia.

Da ultimo, il Cal – su iniziativa del sindaco di Polesella Leonardo Raito – ha messo in cantiere una propria proposta legislativa, da presentare a settembre al legislatore regionale, per abbassare il quorum nei referendum popolari richiesti nei processi di fusione di Comuni. Se ne riparlerà a settembre, alla ripresa dei lavori del Consiglio delle autonomie.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà