CRV – Esaminata la manovra di bilancio regionale: Collegato e Stabilità 2023, previsione 2023- 2025

17 Novembre 2022

La Seconda commissione consiliare permanente, alla presenza degli Assessori regionali Bottacin e Corazzari, ha esaminato la manovra di bilancio, in vista del rilascio del parere di competenza alla Prima commissione: Collegato alla legge di Stabilità regionale 2023; legge di Stabilità regionale 2023; Bilancio di previsione 2023-2025 (Disegni di legge della Giunta regionale nn. 154, 155 e 156).

Nello specifico, il Collegato prevede nuove linee di spesa, tra cui: 140mila euro per la Zona logistica semplificata Porto di Venezia- Rodigino; 50mila euro in materia di bonifica e irrigazione; introduzione della normativa per la gestione delle tariffe sulle ispezioni svolte da ARPAV sul Sistema di gestione della sicurezza per le aziende di soglia inferiore ex D. Lgs. 105/2015.

La legge di Stabilità, che contiene norme con una ricaduta fiscale- tributaria, introduce agevolazioni fiscali tra cui: riduzione di un ulteriore 25% della tassa automobilistica regionale per auto e motoveicoli di interesse storico e collezionistico; esenzione dal pagamento della tassa automobilistica regionale a favore dei minori portatori di handicap e per minori trapiantati residenti in Veneto; incremento a 50mila euro della soglia di accesso all’aliquota ridotta in materia di addizionale regionale Irpef per i disabili.

Il Bilancio di previsione 2023/2025, articolato in Missioni di spesa, presenta una autorizzazione totale pari a 17.306,52 milioni di euro, di cui 9.754,92 milioni per risorse destinate al Fondo Sanitario Regionale.

Per quanto riguarda le materie di competenza della commissione, relativamente al bilancio per delega, anno 2023, al netto delle Partite di giro e della Restituzione anticipi DL 35, si evidenziano le seguenti voci: Affari legali- Lavori pubblici- Infrastrutture- Trasporti: 854,53 milioni; Ambiente- Clima- Protezione civile – Dissesto idrogeologico: 101,69 milioni.

Quanto alla spesa discrezionale per delega, anno 2023, si sottolineano queste voci: Affari legali- Lavori pubblici- Infrastrutture- Trasporti: 1,44 milioni; Ambiente – Clima- Protezione civile – Dissesto idrogeologico: 6,08 milioni.

Tra i ‘grandi temi’ del bilancio, si portano all’attenzione le seguenti voci: 16,5 milioni per ciascun esercizio del triennio 2023- 2025 per la prevenzione e la riduzione del rischio idraulico e idrogeologico; 17,3 milioni nel 2023 e 8,2 milioni nel 2024 per interventi volti a migliorare la mobilità e la sicurezza stradale; 8,3 milioni nel 2023 e 2 milioni nel 2024 per l’adeguamento della rete viaria regionale; 10,3 milioni complessivi di finanziamenti statali e regionali per ultimare la Ciclabile Treviso- Ostiglia; 9,9 milioni nel 2023 per opere di bonifica ambientale; oltre 22,3 milioni annui destinati allo svolgimento delle attività dei lavoratori forestali; 3,4 milioni nel 2023 per l’acquisto di convogli ferroviari per il trasporto regionale; vengono garantiti oltre 15 milioni annui per gli oneri del trasporto pubblico locale su rotaia.

Tra i valori principali della manovra di bilancio 2023- 2025, per l’esercizio 2023, si evidenziano, con riferimento alle Missioni afferenti alle materie di competenza della Seconda commissione: assetto del Territorio ed Edilizia abitativa: 51,24 milioni; Sviluppo sostenibile e tutela del Territorio e dell’Ambiente: 216,35 milioni; Trasporti e diritto alla Mobilità: 888,44 milioni; Soccorso civile: 13,55 milioni.

Nella prossima seduta, verrà completato l’esame della manovra di bilancio e rilasciato il parere di competenza alla Prima commissione.

La responsabilità editoriale e i contenuti di cui al presente comunicato stampa sono a cura di CONSIGLIO REGIONALE VENETO

© Copyright 2022 Editoriale Libertà