Il Carnevale di Malo compie cento anni

12 Febbraio 2024 14:08

È stata presentata oggi a palazzo Ferro Fini, sede del Consiglio regionale del Veneto, la centesima edizione del Carnevale di Malo, un evento unico nel panorama della nostra Regione per la qualità delle iniziative messe in campo.

“Non voglio avventurarmi in analisi complesse sul concetto di storia del Carnevale – ha premesso il Presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti – che nel contesto maladense e nella cultura popolare di questo angolo straordinario del Vicentino ha ascendenze antiche. Lo scorso anno, non a caso, ho citato la ricerca eccezionale di Modesto Brian e Domenico Zamboni dal titolo ‘Pica el carnevale’, che rimane un testo straordinario per comprendere le radici e le ragioni di questa festa, a cui fa cenno anche Gigi Meneghello in ‘Pomo Pero’. Il Ciaci, che appare irruento e irriverente, sebbene nato giusto cinquanta anni fa, vanta nobili origini, e noi, quest’anno, celebriamo, non solo il centenario, da quando, nel 1924, la Società ‘Pro Malo’ ha avviato il Concorso dei carri Mascherati che, ancora oggi, è vanto di questa manifestazione e che domani vedrà la sfilata del Martedì Grasso, penultima, prima della conclusiva sfilata dei carri, con l’assegnazione della ‘Pessa’ e il divertimento assicurato per tutti, prevista per domenica 18 febbraio. Ma festeggiamo anche i primi cinquant’anni del Ciaci, cinquanta sfumature, non di grigio, ma di mille colori, attraverso i quali il nostro Ciaci e, con lui, tutti gli organizzatori del Carnevale maladense, dall’amministrazione comunale all’associazione ‘Pro Malo’, ai tanti sponsor – io ne ho contati una ventina circa, ma forse sono di più – ai cittadini e volontari che permettono l’organizzazione e gestione di questo evento unico nel panorama veneto, ci fanno sognare, dando vita a uno spettacolo veramente singolare che, pur tra risate, scherzi e colori, con i suoi carri e con tutta la festa maladense, mette in scena la rappresentazione della nostra vita: ‘Io considero il mondo per quello che è: un palcoscenico dove ognuno deve recitare la sua parte’
, diceva Shakespeare nel Mercante di Venezia. E a Malo, i maladensi, Shakespeare lo hanno preso sul serio, e il nostro Ciaci, tra le sue battute e la sua irruenza, ci ricorda il messaggio della maschera più bella e commovente del Novecento, quel Charlie Chaplin, secondo il quale ‘chi non ride mai non è una persona seria’”.

“Buon compleanno centenario, Carnevale di Malo, buon compleanno Ciaci, verso altri cento per cento per cento ancora anni di lunga vita! Un grazie a tutti i volontari e, in particolare, alla ‘Pro Malo’, che da sempre, nel panorama veneto, è una delle realtà più operative e meglio organizzate, capace di proporre numerose iniziative di grande interesse. Credo che il Carnevale di Malo rappresenti un’eccellenza assoluta della nostra regione, non solo per aver raggiunto i cento anni di storia, ma soprattutto per la qualità molto elevata dei carri e delle iniziative realizzate, che fanno di questa kermesse un fondamentale punto di riferimento per il Veneto, e non solo”, ha concluso Ciambetti.

Madrina del Centenario Manuela Arcuri, che ha confidato “tutta la felicità e l’onore che provo per essere stata coinvolta nei festeggiamenti del Carnevale di Malo, a cui auguro altri cento anni portati così bene: è una festa molto bella e caratteristica. D’altra parte, fin da quando ero bambina, ho sempre adorato il Carnevale, perché è una delle poche feste capace di riunire assieme bambini e adulti. E ieri, con il Ciaci, è stato davvero stupendo vedere dall’alto tantissima gente animata dal desiderio di divertirsi”.

Il Sindaco di Malo, Moreno Marsetti, ha espresso “grande soddisfazione per essere ospitati qui, a palazzo Ferro Fini, in occasione del Centenario del nostro Carnevale. In collaborazione con la Pro Loco, abbiamo predisposto un calendario ricco di eventi, spaziando dalla cultura e dalla tradizionale carta pesta, allo sport, coinvolgendo il mondo degli arcieri, che sono una forza del nostro territorio, la scuola di danza, il pattinaggio. Per finire con i ‘Risi e bisi’ che andranno in scena sabato 17 febbraio con la presenza straordinaria di Bobby Solo: l’evento è già sold out. Il mio ringraziamento va, in particolare, ai volontari, che rappresentano la nostra vera anima, alle tantissime persone che da anni si impegnano per la perfetta riuscita dell’evento. E, buon lavoro al nostro Ciaci, che per un mese ricopre la carica di Sindaco…”.

Giuseppe Turone, presidente della ‘Pro Malo’, ha ricordato che “cento anni del Carnevale di Malo sono davvero tanti ma rappresentano un traguardo prestigioso: abbiamo sempre portato avanti questa bellissima tradizione con grande passione e contiamo di farlo per tanti altri anni ancora”.

Il Ciaci ha sottolineato come “in pochi arrivano a tagliare il traguardo dei cento anni: ringrazio tutti, in particolare il Sindaco di Malo e l’amministrazione comunale, la Pro Loco e i volontari. Buon Carnevale, dove… ogni scherzo vale! Ci vediamo domani a Malo, per la festa del Martedì Grasso, e domenica 18 febbraio, per la sfilata dei carri che concluderà questa magnifica festa, con l’assegnazione della ‘Pessa’”.

La responsabilità editoriale e i contenuti di cui al presente comunicato stampa sono a cura di CONSIGLIO REGIONALE VENETO

© Copyright 2024 Editoriale Libertà

Whatsapp Image

Scopri il nuovo Canale Whatsapp di Libertà

Inquadra il QRCODE a fianco per accedere

Qrcode canale Whatsapp