L’industria musicale stringe un patto per tagliare le emissioni

30 Dicembre 2021

Una produzione più rispettosa dell’ambiente e tour mondiali con accortezze per contenere le emissioni di CO2: così l’industria discografica punta a combattere il cambiamento climatico

Anche l’industria discografica si muove verso la sostenibilità. Le principali etichette mondiali hanno stretto un accordo per tagliare le emissioni di gas serra mentre artisti come Ed Sheeran e Coldplay hanno annunciato misure per difendere l’ambiente durante i loro lunghi tour.

Un patto delle major per ridurre le emissioni

Le principali etichette discografiche mondiali (le cosiddette “major”) hanno stretto un patto per il taglio delle emissioni di gas serra legate alla loro attività. L’accordo prende il nome di “Music Climate Pact” e vede tra i firmatari Sony, Universal e Warner. Quest’ultime hanno stretto un accordo sulla base degli obiettivi indicati dalle Nazioni unite, ovvero un azzeramento delle emissioni nette di gas serra entro il 2050 e un taglio del 50% entro il 2030.

Le tre società hanno anche promesso di collaborare per misurare l’impatto delle emissioni di anidride carbonica nell’industria discografica. Un accordo che va ben oltre l’aspetto quantitativo delle emissioni e si dedicherà anche nell’aiutare gli artisti sotto contratto a parlare dei problemi climatici, supportando le loro denunce di carattere sociale sul tema.

Nella tabella di marcia del patto è riportato il mese di giugno 2022 per “l’adesione di centinaia di business”, mentre già nel mese di febbraio 2022 ciascuno dei membri fondatori di questo patto si impegnerà nell’aderire al programma di azzeramento delle emissioni come indicato dai criteri delle Nazioni Unite.

Ed Sheeran per l’ambiente

Ed Sheeran ha annunciato di voler intraprendere una serie di azioni per limitare l’impatto dei propri concerti sull’ambiente. In una dichiarazione rilasciata a BBC Radio London, il celebre artista britannico ha affermato: “Sto cercando di comprare più terreni possibile e di piantarci sopra il maggior numero di alberi possibile”. E ancora: “Sto cercando di ripristinare l’ambiente del Regno Unito più che posso, amo il mio Paese e adoro la vita all’aria aperta”.

Le preoccupazioni di Ed Sheeran sono legate principalmente alle emissioni di anidride carbonica derivanti dai suoi lunghi tour in giro per il mondo.

I Coldplay dimezzano le emissioni del proprio tour

Anche i Coldplay stanno lavorando sul fronte della sostenibilità dei loro tour. Stando a quanto dichiarato recentemente, la band nell’ultimo tour avrebbe promesso di tagliare del 50% le emissioni di anidride carbonica rispetto a quello del biennio 2016-17, facendo largo uso di energia rinnovabile per alimentare i propri palchi. Questo impegno si ripercuoterebbe anche sulla determinazione dei tragitti e degli itinerari, oltre all’istituzione di premi per i fan che “daranno prova” di aver viaggiato emettendo quantità ridotte di gas serra.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà