Le nuove parole della sostenibilità: dal naked packaging all’upcycling

19 Settembre 2022

Per parlare di sostenibilità, oggi occorre conoscere una serie di vocaboli nuovi, ma che stanno lentamente entrando nel vocabolario comune. Alcuni, invece, ci sono già da anni: ma sappiamo davvero cosa significano?
Il portale www.eon-energia.com ha provato ad aiutare i cittadini/consumatori.
Crisi climatica
Con “crisi climatica” si intende la minaccia del progressivo riscaldamento globale della Terra. Gli esperti sostengono che il nostro pianeta si stia riscaldando a un ritmo senza precedenti, anche a causa di una crescita negli ultimi decenni delle emissioni di carbonio e di altri gas serra creati dall’attività industriale. Questo ha portato a calore estremo e conseguenze a volte disastrose come inondazioni, siccità e altre condizioni ambientali che stanno avendo un impatto critico su molti ecosistemi e regioni in tutto il mondo.
Emissioni di carbonio
Le emissioni di carbonio sono uno dei tipi più comuni di gas serra e sono responsabili della maggior parte dell’attuale inquinamento atmosferico. Le emissioni di carbonio vengono rilasciate nell’atmosfera dal funzionamento di mezzi come aerei e automobili, dall’attività delle fabbriche e anche dalle nostre case e possono causare il riscaldamento globale, con un impatto negativo sul pianeta.
Efficienza energetica
Quando si parla di efficienza energetica, o efficientamento, ci si riferisce all’ottimizzazione delle risorse al fine di utilizzare meno energia per completare un’attività e possibilmente aumentarne il rendimento. Dunque, ad una maggiore efficienza energetica corrisponde un risparmio più alto. Ad esempio, una casa raggiunge un buon livello di efficienza energetica quando si risparmia energia per il suo riscaldamento. Più si è efficienti, più si possono ridurre le emissioni di gas serra, abbassare le bollette e fare la propria parte per sostenere l’ambiente.
Biomasse
Le biomasse sono una fonte di energia pulita: materia organica generata dalle piante e dagli animali, trattata con specifici procedimenti per essere utilizzata come biocombustibile nelle centrali elettriche ed evitare l’impiego di combustibili fossili. Quando vengono bruciate, emettono assieme al calore una quantità di anidride carbonica simile a quella sprigionata in natura. In questo modo residui di legna, vegetazione, rifiuti organici, scarti agroalimentari e di allevamenti si trasformano in una ottima fonte di energia.
Fotovoltaico
Le tecnologie degli impianti fotovoltaici trasformano la luce del sole in energia elettrica. Grazie ai pannelli che “catturano” la luce solare avviene la conversione all’interno della cella fotovoltaica: si può dunque produrre energia rinnovabile dovunque sia possibile installare questo sistema, anche sul tetto (e non solo) della propria abitazione. Gran parte del fotovoltaico in Italia è rappresentato da impianti a terra, che permettono un grande risparmio di risorse e la salvaguardia dell’ambiente.
Caldaia a condensazione
La caldaia a condensazione consente alle abitazioni di risparmiare energia elettrica e ridurre le emissioni di Co2 rispetto a una tradizionale caldaia a gas. Con questa tecnologia i fumi prodotti con la combustione vengono raffreddati e riportati allo stato liquido: in questo modo si può recuperare il calore utilizzato per preriscaldare l’acqua di ritorno, creando nuova energia senza utilizzare altre fonti e inquinare meno.
Naked packaging
Ci sono dei comportamenti da adottare sempre, sia che ti trovi nella tua città, o che tu sia in vacanza: in generale usa sempre i cestini pubblici per gettare i rifiuti. Se passi la giornata in spiaggia, a fine giornata raccogli la tua pattumiera e assicurati di aver lasciato l’area come l’hai trovata (se non meglio). Se stai visitando una città e resti tutto il giorno fuori, per l’acqua preferisci una borraccia all’acquisto di varie bottigliette: ci guadagnerà il tuo portafoglio e anche l’ambiente.
Upcycling
Le nuove frontiere del riciclo: parlare di upcycling significa identificare una tendenza sempre più gettonata tra appassionati e designer di professione. I materiali di scarto, in particolare tessuti e oggettistica, vengono salvati dal loro destino di diventare rifiuti per trasformarsi in nuove creazioni, anche con funzionalità differenti, ma con un valore differente e spesso maggiore. Un utilizzo in larga scala di questo approccio rappresenta un grande vantaggio per l’ambiente, dal risparmio di energia e materie prime alla riduzione dei rifiuti. Se questi temi hanno stimolato la curiosità non perdere gli articoli che ti spiegano come ottimizzare la tua impronta ecologica nella vita di tutti i giorni.

[email protected]

© Copyright 2022 Editoriale Libertà