Il collare smart controlla spostamenti e parametri vitali del proprio cane

21 Settembre 2022

Monitorare la salute del proprio cane con un collare hi-tech adesso è possibile grazie al dispositivo, chiamato evocativamente Lassie, capace di dialogare con uno smartphone e tenere sempre sotto controllo la posizione dell’animale, ma senza esporlo a radiazioni dannose.
Questo oggetto, che potrebbe migliorare notevolmente il rapporto tra umani e amici a quattro zampe, è stato progettato da Antonio D’Antuono e sarà presentato alla Maker Faire – European Edition, uno dei più grandi eventi al mondo dedicati all’innovazione dal basso, in programma a Roma dal 7 al 9 ottobre.
Lassie è un collare smart per cani che unisce una serie di dispositivi digitali per rilevare i parametri vitali del proprio cane, un Gps per controllarne costantemente la posizione e un sistema di comunicazione per inviare i dati al proprio smartphone e nel caso mandare dati medici al veterinario.
“Inoltre – sottolinea l’ideatore, esperto di sviluppo software e appassionato di innovazione – il dispositivo si attiva solo quando è necessario, evitando così di esporre l’animale a inutili radiofrequenze”.
Si tratta di uno strumento utile anche per valutare il percorso di guarigione dei cani dopo interventi chirurgici e in grado di interagire con altri dispositive smart, come la cuccia o l’erogatore dell’acqua.
Lassie è tra le centinaia di progetti protagonisti dalla Maker Faire, giunta ora alla sua decima edizione, organizzata dalla Camera di Commercio di Roma, e che si svolgerà quest’anno negli spettacolari spazi del Gazometro Ostiense di Roma.

[email protected]

© Copyright 2022 Editoriale Libertà