L’Europa in un anno produce 13,5 milioni di biciclette: Italia terza con 1,9 milioni

23 Settembre 2022

Nel 2021 nell’Unione europea sono state prodotte un totale di 13,5 milioni di biciclette, con un aumento dell’11% rispetto al 2020.
Le biciclette prodotte in Italia sono state 1,9 milioni, contro i 2,1 milioni del 2020. Il nostro è stato il terzo Paese per produzione di biciclette dopo Portogallo (2,9 milioni) e Romania (2,5 milioni). La Germania ha prodotto 1,4 milioni di biciclette e Polonia 1,2 milioni. È quanto comunica Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione europea.
E agli europei la bicicletta piace sempre di più. Che si tratti di quella tradizionale o di quella elettrica, non fa differenza. La domanda interna cresce, trainando l’industria del settore e le importazioni, soprattutto da Cambogia, Taiwan e Cina.
I dati Eurostat mostrano un’Europa sempre più votata alla mobilità sostenibile, che conferma l’attenzione dei cittadini alle questioni climatico-ambientali.
Nel 2021 l’Ue ha comprato dai Paesi terzi più modelli della due ruote ecologica di quanti ne abbia venduti. Ne sono state esportate 1.487.700 di quelle tradizionali, a fronte di 5.743.700 importate. Un flusso commerciale che si traduce in 433 milioni di euro di export e poco più di un miliardo di euro di import (1,046 miliardi) . Un “deficit” di oltre 500 milioni. Rispetto al 2020, un aumento delle importazioni pari al 17%, a fronte di esportazioni cresciute del 16%.
Analoghe le dinamiche per le biciclette con pedalata assistita, i modelli elettrici di nuova generazione. Lo scorso anno la domanda estera per i prodotti “made in Eu” (315.800 unità) è risultata praticamente un terzo della domanda europea per i vari extra-europei (1.148.600 modelli).
Anche qui saldo commerciale penalizzante per l’Unione europea: 488 milioni di euro di ricavi a fronte di 849 milioni di euro di acquisti.
In nome della sostenibilità, dunque, l’Ue è fin qui disposta a peggiorare la propria bilancia. Uno sforzo economico-commerciale ripagato dalle ricadute positive in termini di sostenibilità. “La bicicletta promuove la salute e il benessere personale”, sottolinea l’istituto di statistica europeo nel presentare i numeri.
L’utilizzo della bici, che sia quella classica o quella moderna, “è economico e, nella misura in cui può sostituire l’uso dell’auto privata, aiuta a ridurre l’inquinamento atmosferico”.

[email protected]

© Copyright 2022 Editoriale Libertà