Insegne spente di notte e porte chiuse: così anche i negozi possono risparmiare

16 Ottobre 2022

Enea ha dedicato un decalogo  ai possibili risparmi in esercizi commerciali e negozi.
Spegni l’insegna durante il periodo notturno
Accendere un impianto solo quando serve è una buona pratica di risparmio energetico. Spegnere l’insegna di notte può significare risparmiare 3.000 kWh all’anno e oltre 1 tonnellata di Co2.
Utilizza lampadine a basso consumo
I consumi di energia per illuminazione possono essere ridotti del 50% grazie all’installazione di lampade a Led a basso consumo con rilevatori di presenza integrati.
Installa sistemi di controllo intelligenti
L’introduzione di sistemi di controllo intelligenti consente di massimizzare l’efficienza anche quando i locali dei negozi sono parzialmente occupati.
L’utilizzo di questi sistemi basati sui rilevatori di presenza può portare ad un risparmio di energia per riscaldamento tra il 7% e il 20% e per raffrescamento tra il 2% e il 4%.
Chiudi le porte
Durante l’orario di apertura al pubblico e con gli impianti di riscaldamento o raffrescamento accesi, mantieni chiusa la porta di ingresso. Eviterai così le dispersioni e le rientrate di calore nel periodo estivo
Controlla i dispositivi a barriera d’aria
Per contenere il dispendio energetico i dispositivi a barriera d’aria devono garantire che la larghezza della barriera d’aria risulti non inferiore alla larghezza dell’apertura del negozio. Il flusso d’aria non deve essere riscaldato tramite resistenza elettrica e deve arrivare fino al suolo.
In inverno abbassa la temperatura
Imposta la temperatura intorno ai 18° e spegni il riscaldamento un’ora prima. La temperatura sale di 1-2° dopo che una persona permane 30 minuti all’interno della stanza. Questa misura consente di ridurre i consumi di riscaldamento di oltre il 12%.
In estate alza la temperatura
Spegni il climatizzatore un’ora prima della chiusura e valuta l’utilizzo della modalità deumidificazione. Imposta la temperatura intorno ai 28°, almeno un grado in più di quello che utilizzi solitamente.
Con queste misure potrai risparmiare in media il 22% dell’energia richiesta per il raffrescamento.
Stacca le prese durante le ore di chiusura
Stacca dalla presa elettrica gli apparecchi e i monitor pubblicitari durante le ore di chiusura. Usa una presa multipla per raggruppare computer e periferiche. In questo modo quando esci dal negozio tutto è veramente spento.
Utilizza schermi o pellicole solari
Contrastare l’ingresso del sole durante l’estate dalle vetrine non solo riduce notevolmente i consumi dell’impianto di raffrescamento, ma garantisce anche protezione al deterioramento o allo scolorimento della merce esposta.
Effettua regolarmente la manutenzione
Fai controllare l’impianto ed effettua sempre la manutenzione obbligatoria. E la regola numero uno in termini di sicurezza, risparmio e attenzione all’ambiente. Un impianto consuma e inquina meno quando è regolato correttamente, con filtri puliti e senza incrostazioni di calcare. Valuta la sostituzione dei vecchi impianti con tecnologie più efficienti.
[email protected]

© Copyright 2023 Editoriale Libertà