Nuovo regolamento Ue:
ok agli impianti solari entro un mese dalla richiesta

19 Novembre 2022

Pannelli solari e pale eoliche

La Commissione Ue prepara una nuova proposta di regolamento sulle rinnovabili, che punta a semplificare le procedure per i permessi.
Si va da un massimo di tre mesi per l’installazione di pompe di calore al tacito assenso previsto per la messa punto delle installazioni di energia solare con capacità massima di 50 Kw.
Inoltre le connessioni alla rete elettrica – si legge nel testo – sono consentite entro un mese dalla richiesta all’ente competente se non comportano un aumento della capacità dell’impianto di energia rinnovabile superiore al 15%.
Nell’articolo 1 della proposta – che in totale è di cinque articoli – viene precisato che per “processo di rilascio delle autorizzazioni per i progetti di energia rinnovabile” si intende il processo che comprende tutte le autorizzazioni amministrative pertinenti rilasciate per la costruzione, il ripotenziamento e il funzionamento di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, comprese le pompe di calore, gli impianti di produzione di energia in pompe di calore, impianti di accumulo di energia co-localizzati, e le attività necessarie per la loro connessione alla rete, comprese le autorizzazioni per la connessione alla rete e le valutazioni, ove richieste.
Per “apparecchiatura per l’energia solare” si intende, invece, l’apparecchiatura che converte l’energia del sole in energia termica o elettrica, in particolare le apparecchiature solari termiche e fotovoltaiche.
Tra le misure, nell’articolo 3 viene previsto che “il processo di rilascio dei permessi per l’installazione di impianti a energia solare, compresi gli impianti solari integrati negli edifici, in strutture artificiali esistenti o future, con l’esclusione delle superfici idriche artificiali, non deve superare un mese, a condizione che lo scopo principale di tali strutture non sia la produzione di energia solare”.
Nello stesso articolo viene introdotta la regola del tacito assenso per le richieste di permessi di installazioni solari piccole.
Nell’articolo 4 si legge che “Il processo di rilascio dei permessi per il ripotenziamento dei progetti, compresi i permessi relativi all’aggiornamento degli impianti necessari per la loro connessione alla rete, qualora il ripotenziamento comporti un di un aumento di capacità, non deve superare un anno, comprese le valutazioni ambientali”.

[email protected]

© Copyright 2022 Editoriale Libertà