Rugby: oltre mille spettatori al Beltrametti per Italia-Francia under 17. Finisce in parità

06 Aprile 2013

Un emozionante match di rugby è andato in scena a Piacenza tra le nazionali giovanili under 17 di Italia e Francia. Gli azzurri hanno condotto nel primo tempo, gli ospiti hanno reagito totalizzando due mete nel secondo.  Le squadre hanno finito in parità, 18-18. Pubblico numeroso: lo stadio Beltrametti ha ospitato oltre mille spettatori, tra cui il presidente onorario della Federazione Giancarlo Dondi.

LE FORMAZIONI
Italia: Masato, Cicuttin, Lamaro, Ferrari (15’st Sperandio), Minozzi, Mantelli, Raffaele, Pettinelli, Bergamin (25’st Venditti), Broglia (28’st Basha), Mantegazza, Krumov, Dal Sie, Ferraro, Makelara. All: Brunello

Francia:Aulas (15’st Stephani), Laveau, Pilati (28’st Paulet), Roudil, Hauw (28’st Porteau), Belleau (cap), Dupont, Tanguy (15’Barjaud), Palu, Cancoriet, Hannoyer, Ducat (1’st Gracbling), Simutoga (1’st Rodriguez), Defauverge (1’st Martin), Castets (1’st Walcker). All. Boye

Arbitro: Rossi Gianluigi, segnalinee: Vittorio Gobbi, Gianluca Tavelli

Marcatori: 5′ mt Ferraro (5-0); 8′ cp Belleau (5-3); 13′ cp Belleau (5-6); 15′ mt Ferraro tr Mantelli (12-6); secondo tempo: 6′ cp Mantelli (15-6); 19′ mt Rodriguez
tr Belleau (15-13); 31′ mt Laveau (15-18); 37′ cp Mantelli (18-18);

Italia – Francia 18-18
Il test match tra Italia e Francia, arbitrato da una terna piacentina, si conclude in parità: un risultato tutto sommato giusto visto che l’Italia ha dominato per tutto il primo tempo mentre la Francia ha dato il meglio di sé nella ripresa.

E’ un Italia più che convincente quella che assume il comando delle operazioni nel primo quarto d’ora di gioco e che legittima il primo vantaggio con la meta di Ferraro, uno dei migliori in campo, senza poi scomporsi quando subisce il sorpasso ad opera di due calci piazzati ravvicinati messi a segno dal capitano dei transalpini. Gli azzurrini di Brunello reagiscono immediatamente, violando nuovamente l’area di meta francese con Ferraro, protagonista di una percussione inarrestabile nei 22 metri ospiti. Ma la grande determinazione degli azzurrini si evidenzia anche in fase difensiva, attraverso una serie di placcaggi che stroncano sul nascere le iniziative dei francesi. Spettacolare, al 20′, il recupero di Masato (man of the match) su Laveau lanciato a meta.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà