Calciomercato: Cortesi, sirene mantovane. Pro: rinvio per Silva e Cazzamalli

18 Giugno 2013

Sarà Pro Piacenza 1919 e non più Atletico Bp Pro Piacenza. Dopo la società dei fratelli Gatti, anche la compagine rossonera opera il cambio di denominazione e torna al marchio originario.
Un Pro Piacenza che si è mosso parecchio in queste prime battute di mercato: dopo gli arrivi di Medioli, Pessagno, Serrotti, Pasaro e soprattutto di Stefano Franchi, è ora il momento di rimpolpare la truppa dei giovani che garantiranno il rispetto delle ferree regole federali in materia. Nel frattempo, sono stati rinviati alla prossima settimana i colloqui previsti oggi con i senatori in attesa di conferma, tra i quali Silva, Cazzamalli, Melegari e Boari.
Sull’altra sponda, quella biancorossa del Piacenza Calcio, non trapelano nomi riguardo ai baby da innestare in rosa, ma per i quali l’intesa verbale con il Parma, società dalla quale arriverà il grosso della truppa dei ragazzini, sembra essere già stata raggiunta. Venerdì prossimo sarà presentato ufficialmente Alessio De Vecchis, primo colpo di Marzio Merli. Il diesse rimane ora alla finestra, in attesa di risposte da Claudio Pani, in vacanza nella sua Sardegna: l’offerta piacentina lo ha colpito, ma potenziali richieste dalla Lega Pro frenano la sua decisione, che arriverà probabilmente ai primi di luglio. Rimbalza invece la notizia sul web di un interessamento del Mantova per Cortesi: il giocatore smentisce l’intenzione di volersene andare. “A Piacenza sto bene – dice il centrocampista anch’egli raggiunto in spiaggia – e so nulla di altre offerte: l’intenzione è quella di rimanere”.
Si dovrà attendere anche per ciò che riguarda l’altro grande obiettivo: Mario Scietti, della Pergolettese, è il difensore che i fratelli Gatti vogliono accaparrarsi.
Per ciò che riguarda invece le altre trattative che riguardano le formazioni dilettantistiche piacentine, da segnalare il colpo grosso del Baby Brazil che si è assicurato Fabio Treccani, centravanti ex S.Nicolò. Melampo, altro giovane del Piacenza, vestirà invece la casacca della Valtidone dopo essere stato vicino all’Agazzanese.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà