Everest senza piscina, festeggia in Comune. Cacciatore: “Esilio di un anno”

06 Luglio 2013

20130706-120149.jpg

Una promozione in serie B attesa da anni per Piacenza Everest che questa mattina è stata ricevuta in comune dal sindaco Paolo Dosi e dall’assessore allo sport Francesco Cacciatore.
“È un successo per l’intera città – ha detto il primo cittadino – che arriva grazie ad una società sana che voglio ringraziare anche per il grande lavoro svolto in ambito giovanile”.
Presenti ovviamente tutti i giocatori, il coach Stefano Bolzonetti e il presidente Alessandro Cighetti.
“Si è coronato un piccolo sogno – ha detto il massimo dirigente della società neo promossa – per la cui realizzazione è stata fondamentale la collaborazione con l’amministrazione comunale. Speriamo possa proseguire e si possa risolvere anche il problema riguardante l’impianto di gioco”.
L’Everest sarà infatti costretta a disputare il prossimo campionato lontano da Piacenza: vista l’inadeguatezza delle piscine cittadine, la prossima serie B vedrà la squadra piacentina impegnata a Cremona per le proprie gare interne.
“Stiamo lavorando affinché questo trasloco sia soltanto temporaneo – ha detto l’assessore Cacciatore – e debba durare solo lo spazio di un campionato”.
Nel frattempo, quest’oggi alle 15 alla Raffalda, ultimo impegno stagionale con Varese: obiettivo, chiudere da imbattuti.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà