Nuoto, piacentini da urlo ai nazionali. Ruggi e Verona super, Carini da record

26 Luglio 2013

Giulia Verona

Iniziano a scarseggiare gli aggettivi. I nuotatori piacentini proseguono nella loro razzia di medaglie, tutte di metallo assai pregiato, nella vasca dello stadio del nuoto di Roma dove si concluderanno domani i campionati italiani giovanili.
Dopo i tre ori della giornata inaugurale (Ruggi, Carini e staffetta femminile), altra giornata da incorniciare quella appena conclusa. Giulia Verona (Vittorino da Feltre), dopo il bronzo di ieri nei 200 rana, si è imposta questo pomeriggio nei 200 rana (2’34″64).
Poteva mancare all’appello una medaglia di Alessia Ruggi? No di certo: la giovane nuotatrice biancorossa ha vinto la finale dei 100 stile, in un podio che parla piacentino. Sì, perchè al terzo posto, si è classificata Camilla Tinelli, oro ieri con la staffetta 4×100. E per concludere un quadro già eccellente, ci ha pensato, al solito, Giacomo Carini: questa volta il biondo nuotatore della Dds Milano non si è accontentato del titolo italiano nei 200 farfalla, dopo quello conquistato ieri nei 400 misti: il suo crono, 2’00″94, vale infatti il nuovo record italiano.
Riassumendo, dopo due giornate di gare, il medagliere “piacentino” può vantare sei ori e due bronzi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà